Storia degli pneumatici Goodyear

  • 19/09/2012
  • Autore: OPONEO.PL

Nella mitologia greca c`era il dio che portava i sandali con le ali. Grazie a essi Ermes poteva spostatrsi ovunque. Sono passti centinaia di anni e le scarpine con le ali sono state sostituite con gli pneumatici. Non avete i dubbi - gli pneumatici sono segnati con il piede con le ali.

charles-goodyear

Ritratto del fondatore della ditta - Charles Goodyear

Goodyear-logo

Logo della Goodyear

Goodyear-storico

Fabbrica storica della Goodyear

L’idea di accennare, creando il logo della sua azienda al mitico patrono dei viandanti e al messaggero delle buone novità, è stata di Frank Seiberling, il fondatore stesso della Goodyear. La sua opera d’arte preferita era la statua di Ermes, situata nell'atrio della sua casa di Akron. Nel 1901 il segno con il piede alato è stato per la prima volta utilizzato nella pubblicità del marchio, inserita nel giornale "Saturday Evening Post". Oggi è il simbolo di uno dei tre potentati di pneumatici al mondo.

L’Ermes ha dato all’azienda il simbolo. Il nome le è stato invece prestato da Charles Goodyear, imprenditore americano e autore delle basi dell’industria degli pneumatici. Nel 1839 ha inventato la tecnologia di produzione della gomma e cinque anni più tardi ha brevettato il metodo di vulcanizzazione della gomma naturale. Nonostante i suoi meriti Goodyear morì in povertà nel 1860 e, quasi quaranta cinque anni dopo la sua morte, il sopracitato Frank Seiberling ha deciso di celebrare la sua memoria. L’azienda da lui fondata nel 1898 ha preso il nome di Goodyear Tire & Rubber Company.

Goodyear-manifesto

Pubblicità storica della Goodyear

Con l’aiuto del cognato

Goodyear-fabbrica

La sede della Goodyear

Seiberling ha fatto i primi investimenti grazie al prestito di un cognato. All’inizio la sua modesta fabbrica a East Akron, nello stato dell’Ohio, produceva gli pneumatici per le biciclette e le carrozze, gli spessori per i ferri di cavallo, le manichette antincendio, le guarnizioni ed …  i gettoni da poker. Allora Seiberling non sognava una grande multinazionale – all’inizio assumeva tredici dipendenti, il trasporto della gomma e del cotone dalle parti lontane del mondo era ostacolato dall’infrastruttura ferroviaria poco sviluppata e dalla mancanza d’accesso al mare. Però il piede alato di Ermes ha cominciato in brevi tempi a portare novità sempre più buone. Sono passati solo alcuni mesi dalla data in cui Goodyear ha prodotto il primo pneumatico per le biciclette e l’azienda immediatamente è diventata una delle più importanti del settore.

Turbo-esprit-goodyear

Pubblicità storica

Altrettanto positiva era la partenza sul mercato degli pneumatici per le autovetture che si sviluppava velocemente. Nel 1907 Seiberling ha aperto una nova fabbrica a Detroit, nella quale sono stati prodotti, tra l’altro, gli pneumatici per la più recente autovettura di Henry Ford, il modello T. Alla fine del decennio il fatturato annuale di Goodyear è arrivato ad oltre quattro milioni di dollari e gli pneumatici con il segno “wingfoot” venivano utilizzati ogni tre autovetture che camminavano sulle strade americane. Allora il marchio, senza falso pudore, poteva utilizzare per la pubblicità lo slogan: “More people ride on Goodyear tires than on any other kind”, in traduzione libera "nessuno pneumatico è venduto tanto spesso come quello di Goodyear". Fra questi si trovava il modello All-Weather Tread il primo pneumatico antiscivolo con il battistrada a forma di un diamante, destinato per correre in ogni condizione atmosferica. Goodyear ha introdotto sul mercato questo tipo di pneumatico nel 1908. Nel 1917 l’azienda ha confermato le possibilità off-road dei suoi pneumatici, inviando l’autocarro chiamato “Wingfoot Express” alla spedizione pesantissima da Akron a Boston. È stato il primo test del genere nella storia della motorizzazione.

Nobel per Flory

Goodyear-progettazione

Progettazione delle gomme Goodyear

Alcuni anni prima l’azienda ha aperto un nuovo capitolo nella sua storia. I suoi ingegneri hanno elaborato il primo pneumatico aereo, il quale ha sostituito i pattini e gli pneumatici per le biciclette, utilizzati finora in aeronautica. Fino all’inizio della seconda guerra mondiale Goodyear è stato praticamente il monopolista nella produzione di dirigibili negli USA.  Il mercato dei dirigibili è crollato dopo la famosa catastrofe di Hindenburg. In seguito l’azienda costruiva gli spettacolosi zeppelin per i fini di divertimento. Oggi i dirigibili con la scritta Goodyear (per es.: "Spirit of America", "Spirit of Goodyear" e "Spirit of Innovation") costituiscono una parte importante della strategia promozionale del marchio americano.

Goodyear-fabbricazione

Produzione delle gomme Goodyear

Goodyear da sempre aveva qualcosa da pubblicizzare. Nel 1926 è stato il più grande produttore al mondo di pneumatici e di gomma. Già allora i prodotti dell'azienda erano presenti quasi su tutti continenti e il suo fatturato è arrivato a 250 milioni di dollari. Nel 1934 Goodyear ha presentato il primo pneumatico invernale con chiodi e tre anni dopo – il primo pneumatico in America in gomma sintetica. Lo sviluppo dinamico non è stato fermato dallo scoppio della seconda guerra mondiale – l’esercito americano utilizzava i gommoni, i giubbotti di salvataggio e molti altri accessori, compresi ovviamente gli pneumatici realizzati in gomma. Nel 1943 Goodyear ha creato la sezione per la ricerca, nella quale sono state create decine di brevetti, fondamentali non solo per l’industria della motorizzazione. Per esempio gli scienziati dell’azienda hanno elaborato la gomma in poliesadiene, che viene utilizzata in medicina per la produzione di valvole cardiache e di articolazioni. Hanno inventato il primo processo continuo della produzione di mercaptobenzotiazolo MBT – catalizzatore di vulcanizzazione, il quale conferisce alla gomma incollata un’eccellente durabilità e resistenza. La sezione di ricerca è stata anche un campo sperimentale, fra altro per Paul Flory – vincitore del premio Nobel in chimica.

Con la velocità del suono

Veicolo-cosmico-Goodyear

Veicolo cosmico dotato di pneumatici Goodyear

Nel 1959 Goodyear ha potuto vantarsi di un altro successo. Mickey Thompson che utilizzava gli pneumatici contrassegnati dal piede alato ha battuto il record americano della velocità di una vettura terrestre. Sul fondo di un lago essiccato a Bonneville Salt Flats nello stato dell’Utah, Thompson si è spinto fino ai 531 km/h. Cinque anni più tardi il suo successo è stato ripetuto da Craig Breedlove, il quale utilizzando il marchio Goodyear è diventato il primo uomo, il quale ha oltrepassato la velocità del suono (1 mach) – 1200 km/h! Insieme ai successivi record, l'azienda ha potuto festeggiare la produzione del miliardesimo pneumatico.

Test-Goodyear

Test degli pneumatici Goodyear

Subito è stato chiaro che per gli “pneumatici alati” la Terra e l’aria non bastano più. Nel 1970 Goodyear è atterrato sulla Luna. L’astronave Apollo 14 è stata provvista degli pneumatici del marchio americano contrassegnati XLT. Indipendentemente dall’unicità di tale evento, per l’azienda sono rimaste fondamentali le strade e le strade dissestate sulla terra. Nel 1977 Goodyear ha elaborato il primo pneumatico radiale multi stagionale The Tempo. Dieci anni dopo ha presentato lo pneumatico agonistico ZR-S, adatto alle velocità oltre i 240 km/h e nel 1992 – gli pneumatici del tipo Aquatred con la scanalatura unica per evacuare l’acqua. Le innovazioni successive sono il primo pneumatico al mondo Run Flat, resistente alla foratura, lo pneumatico Infinitred, venduto con la garanzia a vita per il consumo del battistrada e la serie EMT con la tecnologia che permette una maggiore mobilità.

Akron – capitale mondiale di gomma

Oltre agli pneumatici, con il passare degli anni Godyear ha costruito anche un forte marchio come produttore, fra altro di materiali chimici, gomma naturale e sintetica, nastri trasportatori, cinture, tubi flessibili ad uso industriale e materiali utilizzati in edilizia. Il marchio quasi dall’inizio della sua esistenza è legato allo sport motoristico. 368 vittorie, 25 campionati per guidatori e 26 per costruttori nel corso di 34 anni di gare – sono i record raggiunti con la compartecipazione dell’azienda in Formula 1. A questo bisogna aggiungere i successi nelle gare di corsa NASCAR o rally 4x4 Eco-Challenge.  Anche la corsa pazzesca di Batman nelle seguenti parti delle avventure dell’uomo-pipistrello ha molto in comune con lo sport. Gli pneumatici per la sua Batmobile sono forniti proprio da Goodyear.


Oggi ogni quinto pneumatico acquistato nel mondo porta il logo del piede alato oppure proviene dalle aziende appartenenti alla multinazionale Goodyear Tire & Rubber Company. Il Gruppo Goodyear è un leader sul mercato degli pneumatici sia per le autovetture che per gli autocarri e i suoi prodotti vengono fabbricati in 85 aziende in tutto il mondo e venduti in 180 paesi. Al Gruppo appartengono i marchi come Dunlop, Dębica, Fulda, Sava, Kelly e Fierce. Invece la sua sede si trova sempre nello stesso posto, dove oltre cento anni fa, Frank Seiberling ha avuto l’idea degli “affari alati”. Grazie a lui, Akron è diventata la capitale mondiale della gomma.

Vi invitiamo a leggere i nostri articoli interessanti sulle gomme e sui altri temi che riguardano l'uso e la manutenzione delle ruote: articoli sulle gomme
Per vedere il nostro negozio online con gli pneumatici e i cerchi potete andare sul sito www.oponeo.it
Per ordinare le gomme o chiedere il consiglio dei nostri specialisti potete chiamare il nostro numero 0662296939 ( il costo della chiamata nazionale ).
Ti piace l'articolo?
Dacci un voto.

Grazie
Aggiungi un commento
(Attenzione: I commenti nel forum sono stati moderati.)

  1. Consegna gratuita
  2. Acquisto sicuro
  3. Disponibilità
    garantita
  4. Prodotti originali
  5. Autofficine
    convenzionate