La pressione è un parametro chiave per il corretto funzionamento degli pneumatici. Il mantenimento di un livello ottimale influirà non solo sul comfort del viaggio o sulla sicurezza in strada, ma può anche aiutare a ridurre il consumo medio di carburante. Dovremmo, però, mantenere la stessa pressione per tutto l'anno, indipendentemente dalla stagione e dalle condizioni prevalenti? Controlla le norme esistenti e scopri come dovrebbe avvenire il pompaggio delle gomme nell’imminente stagione invernale.

Quale dovrebbe essere la pressione degli pneumatici invernali? Guarda il nostro breve video introduttivo sull'argomento:

Pressione degli pneumatici

Sicuramente molti conducenti, soprattutto quelli con meno esperienza, non si rendono conto di quanto sia importante un adeguato livello di pressione per il corretto funzionamento della nostra vettura.

Ha un effetto benefico sulla struttura della gomma prolungandone la durata e riducendo il rischio di foratura o di scoppio dello pneumatico durante la guida. Inoltre, la pressione mantenuta al livello ottimale consente una considerevole riduzione della frenata e la riduzione della resistenza al rotolamento, e, di conseguenza, la combustione del carburante. E la differenza sarà davvero significativa!

Continui a domandarTi quanta aria dovrebbe essere negli pneumatici della Tua auto?

Utilizza il nostro pratico calcolatore della pressione degli pneumatici. Basta fornire i parametri di base del veicolo e lo strumento visualizzerà soglie appropriate per tutti gli assi.

Le condizioni invernali sono un vero test per le gomme.

Le condizioni invernali sono un vero test per le gomme.

Che cos'è la pressione omologata?

Il livello ottimale di gas nei nostri pneumatici è quasi sempre specificato precisamente dal costruttore dell'auto. Questi valori sono chiamati proprio "la pressione omologata". Semplificando, è un’informazione sul livello consigliato per un determinato asse del veicolo (può essere diverso per la parte anteriore e posteriore dell'auto). Di solito possiamo trovare questa informazione in almeno uno dei quattro posti:

  • Nel vano portaoggetti

  • Sullo sportellino del carburante

  • Sulla striscia vicino alla portiera del conducente

  • Sul montante o sulla soglia dell'auto

Inoltre, vale la pena ricordarsi che ogni singolo marchio degli pneumatici indica per i propri modelli una fascia di valori relativi al loro pompaggio. Vale la pena rispettarlo, altrimenti possiamo facilmente danneggiare le gomme. La giusta pressione degli pneumatici invernali ci proteggerà dalla visione di una visita prematura dal gommista.

Pressione degli pneumatici - unità base

Sapevi che la pressione consigliata per le gomme degli autoveicoli può essere espressa in diverse unità? Più spesso sono atmosfere (at) e bar (1, un’atmosfera sono 0,98 bar). Possiamo anche incontrare i valori espressi in PSI (unità britannica - libbra per pollice quadrato) o kilopascal (kPa).

Pressione degli pneumatici e la temperatura ambiente

Gli pneumatici moderni, se usati correttamente, servono per molto tempo e si distinguono per la loro eccezionale durata. Possono sopravvivere il passaggio attraverso il vetro o i buchi, e alcuni consentono di continuare il viaggio anche in caso di foratura (tipo Run-Flat – lo pneumatico che può fare quasi 80 km senza l’aria).

Tuttavia, per trarre il massimo dei vantaggi dalla tecnologia moderna, è necessario prima occuparsi di una cosa essenziale, cioè della pressione corretta negli pneumatici. Va ricordato che ogni modello, indipendentemente da quanto costa, perde lentamente e gradualmente la pressione. Questo fatto è dovuto a due elementi meccanici come la valvola, ma anche ai  fattori naturali, in particolare la temperatura.

Gli pneumatici invernali sono fatti di miscele che non si irrigidiscono al freddo.

Gli pneumatici invernali sono fatti di miscele che non si irrigidiscono al freddo.

Gli specialisti sottolineano che qualsiasi cambiamento nelle condizioni prevalenti di 10°C è un'anomalia del livello di pressione dello pneumatico di +/- 0,1 bar. Le variazioni della temperatura sono particolarmente evidenti in autunno e in inverno quando si verificano cali rapidi di temperatura. Se la pressione cala di 0,1 o 0,2 bar, possiamo già parlare di una situazione dannosa per l'integrità dello pneumatico. Come prevenire questo?

Quale pressione negli pneumatici invernali? – consigli base

1.    La cosa più importante è controllare regolarmente la pressione degli pneumatici. È meglio prevenire che curare. Quando si verificano frequenti cambiamenti climatici, è opportuno aumentare la frequenza delle visite alle stazioni di servizio e utilizzare regolarmente i manometri. In tale modo, saremo in grado di reagire immediatamente a eventuali cambiamenti.

2.    Vale la pena aumentare il livello della pressione negli pneumatici invernali di 0,2 bar prima delle gelate imminenti. Ciò consentirà di regolare il valore attuale alle temperature in calo. Prima però occorre verificare questa soluzione con i valori omologati dal produttore. È inoltre necessario ricordarsi di ripristinare la pressione adeguata negli pneumatici invernali quando la temperatura ambientale sale di nuovo.

3.    Prestare particolare attenzione alle condizioni durante il pompaggio delle ruote della macchina. Se lo fai in un garage caldo, la temperatura non corrisponderà alle condizioni meteorologiche prevalenti all'esterno. Quindi occorrerà aumentare il livello della pressione leggermente al di sopra di quello omologato onde evitare la sua discesa al di sotto della norma durante il viaggio.

4.    Puoi anche valutare la possibilità di sostituire l'aria con azoto purificato, il quale è meno predisposto alle variazioni di temperatura. Ricordati però che in tale situazione le ruote devono essere nuovamente bilanciate.

L'ispezione regolare è la chiave per il corretto funzionamento degli pneumatici.

L'ispezione regolare è la chiave per il corretto funzionamento degli pneumatici.

Pressione degli pneumatici troppo bassa - effetti e rischi

Insufficiente pressione degli pneumatici non solo è antieconomico, ma anche pericolosa. Il più spesso si traduce in un comportamento imprevedibile della vettura in curva, un leggero slittamento dell'asse posteriore e problemi di stabilizzazione della direzione di marcia.

La pressione troppo bassa degli pneumatici influisce negativamente su molti parametri:

  • peggiore controllo dell’auto

  • maggiore spazio di frenata,

  • sbanda all’improvviso,

  • peggiore aderenza,

  • effetto “acquaplaning” sulle curve,

  • maggior consume di carburante,

  • riduzione della durata dello pneumatico

Eliminare gli effetti negativi della bassa pressione non è affatto impegnativo. Spesso è sufficiente controllare sistematicamente i suoi livelli e reagire alle anomalie. Vale anche la pena prestare molta attenzione alla temperatura del luogo in cui stiamo andando. Nel nostro clima, le differenze tra il nord e il sud del paese possono essere significative. Se stiamo andando in montagna, dove sono possibili le gelate, è bene alzare il livello della pressione in anticipo per evitare spiacevoli sitazioni sulla strada.