Come interpretare le marcature sugli pneumatici?

  • Autore: OPONEO.IT

Scopri tutte le marcature utilizzate dai produttori sugli pneumatici.

Guarda come leggere misura e data di produzione dello pneumatico, che cos’è l’indice di carico e quello di velocità e che cosa caratterizza lo pneumatico con marcatura M+S?

Scopri dove trovare informazioni su bordo di protezione del cerchione. Dissipiamo tutti i dubbi relativi alle marcatura sullo pneumatico. 

Leggere correttamente le marcature permette una scelta migliore degli pneumatici ed il loro utilizzo. Nell’articolo sottostante ti spieghiamo il significato dei simboli misteriosi che si trovano sugli pneumatici.

Marcature sugli pneumatici - video

Marcature più diffuse sugli pneumatici 

Misure degli pneumatici

Dove trovare la misura dello pneumatico?

La misura si trova su ogni fianco dello pneumatico. Trovi una serie di simboli quale 205/55 R16 91 V o 195/50 R15 82T. Puoi trovare l’informazione sulla misura degli pneumatici (e spesso anche sulle possibili misure alternative da utilizzare):

  • sul montante presso la portiera dell’autista, 

  • nel vano portaoggetti, 

  • sul coperchio del bocchettone del carburante, 

  • nelle istruzione del veicolo.

Che cosa significano i singoli simboli?

195 - larghezza dello pneumatico espressa in millimetri. 

50 - valore espresso in percentuale, indica il rapporto tra l’altezza del fianco dello pneumatico (luogo dove è indicata l’informazione sulla misura dello pneumatico) e la larghezza. Nel caso specifico, il valore "50” indica 50 per cento di 195 mm, cioè 97,5 mm. 

R - pneumatico a carcassa radiale – tipo di struttura dello pneumatico. 

15 - diametro di calettamento, ossia diametro del cerchio, è indicato in pollici. 

82 T - indice di carico del valore di 82 e indice di velocità di classe T (il significato degli indici è riportato di seguito). 

C - marcatura dello pneumatico per veicoli merci leggeri.

Indice di velocità

L’indice di velocità indica la velocità massima alla quale può essere usato lo pneumatico. Lo trovi sul fianco dello pneumatico, alla fine della marcatura con misura.

Indici di velocità più diffusi:

Q fino a 160 km/h
R fino a 170 km/h
S fino a 180 km/h
T fino a 190 km/h
H fino a 210 km/h
V fino a 240 km/h
W fino a 270 km/h
Y fino a 300 km/h

Indice di carico

L’indice di carico è un’altra marcatura molto importante indicata sullo pneumatico. Indica il carico massimo ammesso sullo pneumatico alla velocità massima ammessa per lo stesso. È assolutamente proibito utilizzare gli pneumatici con il valore di carico inferiore a quello raccomandato per un modello del veicolo.

Ad esempio, lo pneumatico dall’indice di carico 91 può essere sottoposto al carico massimo di 615 kg. Moltiplicando tale valore per numero di pneumatici del veicolo, si ottiene il risultato leggermente superiore alla massa massima tecnicamente ammessa a pieno carico del tuo veicolo (la puoi leggere sulla carta di circolazione nel campo F1). 

Gli indici di carico più diffusi: 

 Index

Carico 
(kg)

 Index

Carico 
(kg)

 Index

Carico 
(kg)

 Index

Carico 
(kg)

 Index

Carico 
(kg)

80 450 87 545 94 670 101 825 108 1000
81 462 88 560 95 690 102 850 109 1030
82 475 89 580 96 710 103 875 110 1060
83 487 90 600 97 730 104 900 111 1090
84 500 91 615 98 750 105 925 112 1120
85 515 92 630 99 775 106 950 113 1150
86 530 93 650 100 800 107 975 114 1180

Tutte le marcature degli pneumatici (in ordine alfabetico)

#

3PMSF – simbolo che conferma le caratteristiche invernali dello pneumatico, presente sugli pneumatici invernali e quattro stagioni.

Marcatura 3PMSF dello pneumatico invernale.

Simbolo 3PMSF sullo pneumatico.

B

Marcatura BasePen - lo pneumatico è dotato di conduttore per messa a terra elettrostatica (nell’incavo centrale è stata messa una mescola di silicio che elimina il carico elettrostatico). 

Marcatura BLT - (Raised Black Letters) lettere a rilievo in nero. 

Marcatura BSW - (Black Sidewall) scritte in nero sullo pneumatico.

C

Marcatura COLD - informazione che la pressione degli pneumatici va misurata quando le ruote sono fredde. 

Data di produzione dello pneumatico si trova alla fine del numero DOT. In foto la gomma di marca Matador prodotta nella 42 settimana del 2008.

La data di produzione dello pneumatico la trovi alla fine del codice DOT.

D

Marcatura DOT - (Department of Transportion) i parametri dello pneumatico soddisfano tutte le norme di sicurezza del Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti. La marcatura è seguita da un codice identificativo dello pneumatico composto da due simboli oppure un numero di serie. Alla fine del numero DOT è indicata la data di produzione dello pneumatico. 

Data di produzione dello pneumatico - sono le ultime cifre del numero DOT. In foto - lo pneumatico di marchio Matador prodotto nella 42 settimana del 2008. Un’informazione sull’età dello pneumatico si trova anche sulla sua spalla. Cerca il numero di identificazione dello pneumatico che inizia con lettere DOT. È un codice alfanumerico composto da 7 a 12 simboli che da’ informazioni su tutto il lotto di pneumatici prodotti in una fabbrica. Ultime quattro cifre del codice (solitamente cerchiate) contengono un’informazione relativa alla data di produzione degli pneumatici. A titolo esemplificativo – 4208 – le prime due cifre indicano la settimana di produzione, mentre le due successive corrispondono all’abbreviazione dell’anno, il che vuol dire che lo pneumatico è stato fabbricato nella 42 settimana del 2008. 

Marcatura DSST - pneumatico di tipo RunFlat di Dunlop. 

E

Marcatura ECE, e, E - acronimo di Economic Commision of Europe, indicante l’omologazione europea.

Marcatura EMT - (Extended Mobility Tyre) lo pneumatico che permette di continuare la guida anche con la pressione interna di gonfiaggio pari a zero.

F

Marcatura FP - (Fringe Protector) oppure RFP (Rim Fringe Protector) lo pneumatico è dotato di bordino di protezione del cerchione. Dunlop utilizza la marcatura MFS. 

Marcatura FR - pneumatico con bordino salvacerchio il cui scopo è quello di proteggere il cerchione da danni meccanici. Solitamente si trova sugli pneumatici con il profilo 55 e inferiore. Questo dipende dal produttore come anche dal tipo e dalla misura dello pneumatico. Gli esempi di misure più diffuse tra cui si possono trovare gli pneumatici con bordino sono i seguenti: 205/45 R16, 195/50 R15, 205/55 R16 (ci sono però eccezioni). Sono meno diffusi per le misure: 145/65 R15, 235/70 R16 (su vetture SUV). La marcatura FR non è indicata sul fianco dello pneumatico. 

I

Marcatura INSIDE - simbolo utilizzato negli pneumatici asimmetrici che indica quale lato dello pneumatico va montato all’interno, verso la macchina, cerchione con coperchio. Il fianco di questo pneumatico non dovrebbe essere visibile dall’esterno del veicolo. 

J

Marcatura JLB - (Jointless Band) fascia con rinforzo in nylon senza giunture. 

L

Macatura LI - (Load Index) indice di carico massimo dello pneumatico. 

Marcatura LT - (Light Truck) indica lo pneumatico destinato a veicoli con trazione 4x4 e camion leggeri (usato negli USA). È situato prima della misura dello pneumatico.

M

Marcatura MAX - massimo cioè il valore massimo di pressione nello pneumatico. 

Marcatura M+S - (ang. mud and snow) – significa fango e neve ed è utilizzata per la marcatura sugli pneumatici invernali e quattro stagioni, nonché sugli pneumatici fuoristrada/SUV; molto frequente sugli pneumatici provenienti dai paesi extraeuropei; la marcatura è soltanto una dichiarazione del costruttore e non un simbolo ufficiale che certifica i parametri invernali dello pneumatico.

Marcatura M+S è utilizzato sugli pneumatici quarto stagioni e quelli invernali.

La marcatura M+S è presente non solo sugli pneumatici invernali e quelli quattro stagioni.

Marcatura MFS - (Maximum Flange Shield) – bordino di protezione del cerchio; alcuni pneumatici invernali sono dotati di bordino di protezione del cerchio ovvero il bordo salvacerchio. Il suo compito è quello di proteggere il bordino del cerchione da danni meccanici che possono verificarsi ad es. mentre ci si accosta troppo al bordino del marciapiede o tocca un altro oggetto. Esistono diverse sigle per indicare il bordino salvacerchio, a seconda del produttore di uno pneumatico. I più frequenti oltre a MFS sono: 

Marcatura RFP (Rim Fringe Protector) - protezione del cerchione, 

Marcatura FP (Fringe Protector) - protezione del cerchione, 

Marcatura FR (Felgen Ripen) - anello di protezione del cerchio.

O

Marcatura OWL - (Outlined White Lettering) lettere in bianco. 

Marcatura OUTSIDE - utilizzata negli pneumatici asimmetrici che indica il modo di montaggio dello pneumatico. Outside significa che il fianco dello pneumatico con tale marcatura, dopo che la ruota sarà montata al cerchione, dovrebbe essere visibile all’esterno del veicolo.

P

Marcatura P - (Passanger) simbolo messo prima della misura dello pneumatico. Significa che lo pneumatico è destinato alle autovetture (usato negli Stati Uniti).

Marcatura PAX - pneumatico Michelin è dotato di istema zero pressione, con anello stabile all’interno. 

Marcatura PSP-Beta – costruzione dello pneumatico si caratterizza per le alette posizionate in modo tale da ridurre la rumorosità.

R

Marcatura R - (Radial) pneumatico radiale

Marcatura RBL - (Recessed Black Lettering) lettere incassate in nero. 

Marcatura RETREAD - pneumatico ricostruito.

Marcatura RF - è un’abbreviazione della parola inglese Reinforced; indica lo pneumatico rinforzato con carico maggiore. Il suo significato è come per gli pneumatici con XL. Altre marcature degli pneumatici rinforzati sono, ad es. EXL, RFD, REF, REINF

Marcatura RFT - Run Flat Tires, pneumatico di tipo Run Flat, utilizzata da Bridgestone, Firestone, Pirelli. 

Marcatura RIM PROTECTOR - pneumatico dotato di sistemi che proteggono il cerchio da danneggiamenti.

Pneumatico con bordino salvacerchio.

Il bordino salvacerchio protegge da danneggiamenti del cerchio in seguito a urti o sfregamenti ad es. contro il marciapiede. 

Marcatura ROF - (Run On Flat) simbolo utilizzato dalla Goodyear e Dunlop per indicare gli pneumatici che permettono la guida anche dopo la foratura delle gomme e la perdita di pressione interna. 

Marcatura ROTATION - è sempre accompagnata dalla freccia ed indica la direzione del rotolamento dello pneumatico. La marcatura è utilizzata negli pneumatici direzionali. 

Marcatura Rotation è presente sulle gomme direzionali e indica la direzione del rotolamento.

La marcatura ROTATION indica la corretta modalità di montaggio dello pneumatico direzionale.

Marcatura RSC - Acronimo di Run Flat System Component. Compare sulle gomme compatibili con il Run Flat utilizzato in vetture di marca BMW. 

Marcatura RWL - (Raised White Lettering) lettere a rilievo di colore bianco.

S

Marcatura SST - (Self Supporting Technology = RunOnFlat) pneumatico che rende possibile la guida anche dopo foratura e la sua pressione interna è zero. 

Marcatura SI - (Speed Index) indica il limite superiore della velocità ammessa di utilizzo. 

T

Marcatura TL - (Tubeless Tyre) pneumatico senza camera d’aria. 

Marcatura TT - (Tubed Type Tyre) pneumatico con camera d’aria. 

Marcatura TWI - acronimo dall’inglese Treadwear Indicator (indicatore di usura). La marcatura TWI compare in sei punti della circonferenza della gomma (risalti presenti negli incavi longitudinali del battistrada) e indica il limite ammesso di usura del disegno del battistrada. Quando l’usura del disegno raggiunge l’indicatore TWI è un segnale che lo pneumatico ha raggiunto il limite di usura ammesso per legge di 1,6 mm e quindi bisogna sostituire la gomma. 

U

Marcatura ULW - indica che nella struttura dello pneumatico sono state utilizzate fibre di aramide. 

V

Marcatura VR o ZR - sono gli indicatori di velocità inseriti nella misura della gomma. Le marcature VR e ZR segnalano che lo pneumatico è utilizzabile a carico massimo ammissibile fino alle velocità indicate: 

  • VR - fino a 210 km/h, 
  • ZR - fino a 240 km/h. 

Ad esempio: 225/45 ZR17 91 W indica che lo pneumatico è utilizzabile a pieno carico ammissibile fino a 240 km/h, e la velocità massima ammissibile per tale gomma è di 270 km/h.

X

Marcatura XL - (Extra Load = RF) pneumatico rinforzato e con un carico maggiore.

Pneumatico rinforzato con marcatura Extra Load.

Gli pneumatici rinforzati sono dotati di apposita costruzione che permette il loro utilizzo con un carico maggiore.

Z

Marcatura ZP - Zero Pressure, pneumatico di tipo run flat di Michelin. 

Ulteriori informazioni legate alle marcature 

Etichetta sullo pneumatico 

Dal 1o Novembre 2012 su ogni pneumatico prodotto dopo il 30 giugno 2012 è obbligatoria un etichetta che indica le prestazioni di base dello stesso. Vi si trovano 3 parametri:

  • resistenza al rotolamento che influisce sul consumo di carburante e sul livello di emissione di CO2 nell’ambiente, 
  • aderenza su bagnato che permette di valutare il livello generale di sicurezza offerto dallo pneumatico, 
  • livello di rumorosità esterna che contribuisce al livello generale di rumorosità nella circolazione.

Le etichette permettono di valutare in modo generale le prestazioni di una gomma, ma non informano su molti parametri importanti, ad es. sulle prestazioni principali degli pneumatici invernali. Non ci si dovrebbe lasciar influenzare solo dall’etichetta nella scelta degli pneumatici. 

Etichetta sullo pneumatico Debica.

Le etichette sugli pneumatici assomigliano a quelle degli elettrodomestici.

Come distinguere lo pneumatico invernale da quello estivo? 

Gli pneumatici invernali sul fianco hanno marcatura M+S (ing. Mud + Snow, Fango + Neve) e simbolo di tre cime con un fiocco di neve in mezzo. A volte potrebbe capitare che sulla gomma non c’è la marcatura M+S, ma solo il simbolo con fiocco di neve – anche questo segnala che la gomma è destinata alla stagione invernale. 

Un po’ più difficile è distinguere lo pneumatico invernale da quello quattro stagioni. Questi tipi di pneumatici frequenti in Europa solitamente riportano la marcatura M+S con fiocco di neve. Le differenze sono visibili nel battistrada. In caso di gomma quattro stagioni ci sono meno intagli rispetto al classico pneumatico invernale, ma di più rispetto a quello estivo. Alcuni modelli hanno il disegno del battistrada asimmetrico, dove una metà risponde delle caratteristiche estive (il battistrada estivo con un numero minore di lamelle) e l’altra metà per i comportamenti in inverno. 

I nomi degli pneumatici quattro stagioni spesso contengono espressioni che suggeriscono buone prestazioni per tutto l’anno, ad esempio "All Season", "Quatrac", "Quadraxer", "4Seasons", "All Weather" ecc. Alcuni produttori hanno delle marcature individuali per le gomme quattro stagioni – di solito si tratta di simboli che permettono facilmente di capire con che tipo di pneumatico abbiamo a che fare. 

Si deve fare attenzione alle gomme con marcatura M+S senza fiocco di neve. Potrebbe trattarsi di prodotti importati dagli Stati Uniti dove la maggior parte delle gomme riporta marcatura M+S, ma ha poco a che fare con gli pneumatici quattro stagioni o quelli invernali. Nello scenario europeo, le prestazioni delle gomme quattro stagioni sono vicini a quelle degli pneumatici invernali, e per questo riportano solitamente il simbolo di una cima con fiocco di neve. La marcatura M+S può anche essere presente sugli pneumatici 4x4/SUV indipendentemente dalla loro stagione.

Riassumendo, il simbolo di una cima con fiocco di neve ci lascerà soddisfatti in condizioni tipicamente invernali. 

Marcature UTQG 

Marcature UTQG (Uniform Tire Quality Grading – Classificazione Unificata di Qualità degli pneumatici) riguarda in primo luogo gli pneumatici per autovetture sul mercato americano, ma è possibile notarle anche in Europa (un modello può essere commercializzato su tutti e due i mercati). Ufficialmente non sono obbligatori sul nostro continente quindi i produttori ed i venditori non spiegano il loro significato ed i valori per modelli. 

Questo tipo di marcature si trova sul fianco dello pneumatico in forma di scritte con valori determinati:

TREADWEAR - resistenza del battistrada al rotolamento, 

TRACTION - aderenza dello pneumatico su fondo bagnato, 

TEMPERATURE - resistenza dello pneumatico al surriscaldamento.

 

TREADWEAR 

Per chiarire bene quest’espressione, prima si deve spiegare la definizione di pneumatico di riferimento. È un modello normalizzato i cui parametri corrispondono all’indice TREADWEAR 100. Sugli pneumatici in commercio possono essere riportati i valori TREADWEAR che sono il risultato di moltiplicazione del 20 (60 - 80 - 100 - 120 - ... 200 ... 800). Come vengono attribuiti? La prova si svolge in condizioni controllate su una distanza di 6.400 miglia cioè circa 10.300 km nella zona della base aerea di Goodfellow, San Angelo in Texas. Le gomme testate si montano su una macchina appositamente preparata con gli pneumatici con un indice di 100, e successivamente se ne compara l’usura. Il suo livello si misura ogni 800 miglia (1287 km) e gli pneumatici sono appositamente invertiti. In seguito ai risultati delle prove, agli pneumatici vengono assegnati gli indici, ad es. 60, 100, 200 o 400. 

In caso di pneumatico con un indice 60, la sua resistenza all’usura in teoria è del 60% dello pneumatico di riferimento (dall’indice 100). In effetti, la gomma con un indice 60 si consumerà quasi 2 volte più rapidamente rispetto ad uno pneumatico con un indice 100. Invece la gomma che avrà un indice 200 si consumerà 2 volte più lentamente rispetto allo pneumatico di riferimento e 2 volte più velocemente rispetto allo pneumatico con un indice 400. Il modello con un indice 400 sarà 4 volte più resistente rispetto allo pneumatico di riferimento (con un indice 100). 

TRACTION

Nell’ambito delle marcature UTQG, l’aderenza è espressa con lettere. AA è il voto più alto, seguito da A e B, mentre l’indice più basso è C. Questa marcatura informa il conducente della capacità della gomma di frenare il veicolo su fondo bagnato. 

La determinazione del parametro TRACTION si svolge su un circuito in asfalto o calcestruzzo in condizioni strettamente definite. Il veicolo di prova prende la rincorsa fino a 65 km/h dopodiché frena. Al momento della prova il sistema ABS del veicolo è disinserito. 

In Europa il valore minimo accettabile del parametro TRACTION corrisponde ad A. Se qualcuno preferisce la guida dinamica e grintosa dovrebbe cercare le gomme con indice AA. Gli indici B e C sono accettabili solo in condizioni americane e in Europa meglio evitare tali gomme. Si sottolinea anche che la marcatura TRACTION non informa sull’aderenza su asciutto, in curva o sulla resistenza all’acquaplaning. 

TEMPERATURE

L’ultima delle marcature UTQG è TEMPERATURE che indica la resistenza dello pneumatico al surriscaldamento cioè alla temperatura che si crea durante la guida. La guida a una velocità elevata, lo pneumatico si riscalda moltissimo il che potrebbe diminuire la sua vita. Per attribuire un indice allo pneumatico (è possibile A, B e C, dove A è il valore massimo) si eseguono prove di laboratorio. Nell’ambito dei test lo pneumatico viene sottoposto alle prove. La resistenza al surriscaldamento è strettamente legata all’indice di velocità. Dunque per ottenere la classe A deve superare una prova di 30 alla velocità di 115 miglia/h (185 km/h), per ottenere B deve superare una prova di 30 alla velocità di 100 miglia/h (160 km/h), invece lo pneumatico con indice C deve superare prove alla velocità di 85 miglia/h. 

Le marcature TRACTION (aderenza) e TEMPERATURE (resistenza al surriscaldamento) in Europa dovrebbero avere almeno il valore A. TREADWEAR (resistenza all’usura) aiuta nella scelta delle gomme che si caratterizzano di una vita più lunga. 

Se vuoi prendere queste marcature come riferimento, ricordati che la differenza tra uno pneumatico con un indice 200 e quello da 400 è notevole. Le marcature UTQG devono comunque essere trattate a scopo esclusivamente informativo. Non sono obbligatorie in Europa, ed i loro valori sono determinati in condizioni dell’America del Nord. 

Ti piace l'articolo?
Dacci un voto.

Grazie
Commenti
Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
tonino4 04/02/2010 Rispondi

E molto utile questo articolo. Spiega molto bene cosa significano tutti i segni.

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
armando 10/12/2014 Rispondi

Ottime informazioni molto chiare veramente dei proffessionisti

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
doblò 20/10/2014 Rispondi

sapete dirmi se la sigla XL (EXTRA LOAD)può sostituire la sigla C (carico).... grazie aspetto risp.

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
margheritta 22/05/2014 Rispondi

ciao,ho comprato delle gomme 235/75 R15 104/101Q M+S e sul libretto le misure sono 235/75/r15 105s posso montare le nuove gomme??

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
lello 18/04/2014 Rispondi

Ciao ho un audi a4 sw vorrei sapere da qualcuno se posso montare le gomme 245/40/18 97 w xl anche se nel libretto sono riportate le 245/45/18 93 Y Grazie..

Re: posso montare pneumatici 91 V al posto di un 91 H?
Dina 19/05/2013 Rispondi

Ho una ruota di scorta 205/55 R16 91H e ho comprato per errore una 205/55 R16 91V, posso montarle lo stesso?

Re: posso montare pneumatici 91 V al posto di un 91 H?
LELLO 18/04/2014 Rispondi

si li puoi montare perchè il tuo indice di velocita (V) e' maggiore di quello( H)

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
rider gane 11/01/2013 Rispondi

Salve, scusate ma sulle mi Bridgestone duravis dopo la dicitura DOT viene riportato di seguito il codice:6CV1 e subito dopo in un altro ovale BM7 qualcuno sa dirmi cosa vuol dire...? Grazie... :)

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
alex 31/12/2012 Rispondi

salve,devo comprare delle gomme e non capisco certe cose.io ho polo w 1.2 ultimo modello,sul libretto ce scritto che posso utilizzare 185 60 r 15t,io avevo trovato un'offerta di gomma che e'185 60 r15h xl!!posso comprarle ugualmente cosa significa xl?io so che t significa velocita190 e h 210 e xl cose?posso prenderle sono buone ugualmente x la mia piccola polo?

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
enrico 13/08/2012 Rispondi

sono molto soddisfatto delle spiegazioni, specialmente perchè non avevo idea come vedere la datazione di costruzione del pneumatico, cosa molto importante.

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
Sergio 23/07/2012 Rispondi

Salve, sul libretto di circolazione della mia auto ci sono le seguenti indicazioni riguardo gli pneumatici: 235 70 R16 (S4) 105T - 235 70 R16 (SR-A) 104S Conosco tutte le sigle tranne S4 e SR-A: cosa significano? Grazie Sergio

Re: Come interpretare le marcature su un cerchione?
Max 10/02/2012 Rispondi

Ciao, ho un fiat scudo passo lungo del 2009 e dovrei acquistare dei cerchi, che dati devo avere per essere sicuro che l'acquisto che sto facendo è quello giusto? grazie

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
grillo 05/03/2010 Rispondi

Sono d'accordo. Ottimo lavoro.

Re: Come interpretare le marcature sugli pneumatici?
F XFDSAQSDFASDFG CV RFD 21/06/2010 Rispondi

Purtroppo non rimane chiara una cosa, le gomme segnate con "C", es. 195 60 R16 C seguito dall'indice di carico e velocita' qui ben descritto. Nello specifico non si capisce bene se la "C", identifichi la stessa cosa dell'indice di carico. Sul libretto della mia autovettura si mensionano pneumatici 195 60 R 16 C 98/96 H I pneumatici con indice di carico 98/96 vanno tutti bene anche se non hanno specificata la "C"?

Aggiungi un commento
(Attenzione: I commenti nel forum sono stati moderati.)