Cosa pensano gli amanti dei motori quando sentono la parola “primavera”? A quella “domenica bestiale” a bordo della classica Fiat 124 del 1966? Ai primi raggi di sole che ci scaldano dopo aver aperto il tettuccio della nostra cabriolet? O forse a un Citroën Berlingo stracarico di oggetti da portare nella nostra casa di campagna? Entrambe le automobili hanno un aspetto in comune: la dimensione delle ruote – 175/65 R14.

I professionisti ci ricordano la necessità di sostituire le gomme invernali con quelle estive quando la temperatura media, nel corso della giornata, supera i 7 gradi C. Per questo motivo, abbiamo preparato un piccolo prontuario sulla scelta dei modelli per i proprietari delle automobili con gomme 175/65 R14.

175/65 R14 – in quali automobili troviamo questa dimensione?

Le gomme 175/65 R14 sono montate in molti modelli. Per quanto riguarda le auto francesi, le troviamo sulle Citroën (il già citato Berlingo, C2, C3), sulle Peugeot (1007, 206, 207, 309, Partner) e sulle Renault (Clio, Kangoo, Megane, Thalia e Twingo). Nel caso delle Fiat, questa dimensione di pneumatici viene utilizzata nelle Tipo, nonché nei seguenti modelli: Bravo, 124, 500, Fiorino, Panda, Punto.

fiat-500

Anche le case tedesche apprezzano queste dimensioni. Le gomme 175/65 R14, infatti, sono presenti sulle Volkswagen Caddy, Fox, Polo, Up! E soprattutto nelle versioni più vecchie della Golf. Anche l’Opel Astra e la Corsa montano questo tipo di gomme.

Ma anche i giapponesi scelgono spesso le gomme 175/65 R14. Basti pensare alle Toyota (Agya, Corolla, Prius, Yaris), alle Mazda (121, 323, MX-5) e ai modelli Nissan di qualche anno fa. Inoltre, non possiamo dimenticarci delle Skoda Fabia e Rapid.

Continental ContiPremiumContact 5 – la melodia dell’aderenza!


Continental ContiPremiumContact 5 è la prima delle gomme 175/65 R14 che vogliamo raccomandarvi. Gli pneumatici prodotti da quest’azienda sono davvero il top. Gli amanti delle Golf, in questo caso, parlerebbero di “perfezione tedesca”.

La gomma ha ottenuto un voto medio pari a 5,5 su una scala che arriva a 6. Quest’eccellente risultato è dovuto alla tecnologia avanzata. La gomma ha un battistrada asimmetrico che garantisce uno spazio di frenata ridotto. L’ottimo effetto finale è dovuto anche ai microblocchi e ai bordi tridimensionali.

E cosa pensano gli automobilisti di questo modello?

Il signor Giuseppe non ha dubbi. Dice che, se la Toyota Yaris partecipasse alla Formula 1, avrebbe sicuramente le gomme Continental ContiPremiumContact 5 in versione 175/65 R14.

– Lo pneumatico, sulla strada, ha un comportamento prevedibile. Sull’asfalto asciutto tengono molto bene la strada, e sul bagnato se la cavano ancora meglio. La Yaris è un’auto leggera e molto soggetta al sottosterzo. Tuttavia, anche in presenza di curve molto strette e difficili, gli pneumatici sembrano incollati all’asfalto. Lo stesso effetto viene riscontrato sull’asfalto bagnato (anche inondato d’acqua). Finora non ho mai avuto problemi di aderenza con queste gomme. Essendo passato rapidamente dalle gomme invernali a quelle estive, mi è capitato, in montagna, di trovare neve bagnata. E tuttavia, anche in quelle condizioni (2 cm di fanghiglia da neve), la gomma ha tenuto perfettamente la strada. Parlando d’altro, il consumo è salito di 0,2l (da 5,2 a 5,4), la rumorosità è moderata. L’isolamento acustico della Yaris lascia un po’ a desiderare, pertanto, se si ascolta con attenzione, si sente la musica delle Continental. Ma in fin dei conti è la melodia dell’aderenza! – conclude l’amico Giuseppe. 

Le Nokian iLine mostrano il livello di usura


Il modello Nokian iLine, nella misura 175/65 R14, è valutato con un 5,45. Come la gomma dell’azienda concorrente tedesca, il suo battistrada è asimmetrico. Anche se l’azienda dell’Europa settentrionale è nota per la produzione di pneumatici invernali, iLine è una gomma estiva, perfetta per le giornate più calde.

Il modello è stato elaborato pensando alle strade dell’Europa centrale. Pertanto, si consuma piuttosto lentamente anche su pavimentazioni in condizioni non eccellenti. Questo processo, tra l’altro, può essere controllato grazie all’indicatore del consumo. Un importante pregio del modello Nokian iLine consiste nella struttura, che consente di ridurre il consumo di carburante.

Il Signor Andrea ha acquistato Nokian iLine nella versione 175/65 R14 e non se n’è pentito.

– Quanto queste “finiranno”, ne comprerò un treno uguale. Per ora, dopo aver percorso 5000 km, non vedo tracce di usura. Sono davvero ottime gomme, e sono anche silenziose.

– Le ho usate sia in città che su una strada forestale (per raggiungere un laghetto) e sono soddisfatta. Non ho riscontrato nessun problema, nemmeno in caso di pioggia. Ve le raccomando! – scrive la Signora Claudia.

Pirelli P1 Cinturato Verde – fantasia italiana

Pirelli P1 Cinturato Verde è un modello prodotto dalla nota casa italiana. Oltre alle eccellenti prestazioni, esiste un’ulteriore ragione per scegliere queste gomme. Si tratta dell’attenzione per le questioni ecologiche. Grazie alla tecnologia Green Performance, il veicolo con gli pneumatici italiani consuma meno carburante, emette meno anidride carbonica e può contare sull’eccellente durata della gomma.

A cosa sono dovute queste caratteristiche? Pirelli P1 Cinturato Verde utilizza una miscela di gomma ibrida. Questo materiale permette di ottenere eccellenti prestazioni sia sull’asciutto che sul bagnato. Inoltre, la forma ottimizzata del battistrada porta a una minore emissione di rumore.

5,4 – ecco il voto medio ottenuto da Pirelli P1 Cinturato Verde in versione 175/65 R14. Fallco sa cosa scrive, perché ha acquistato questi pneumatici.

– Le gomme si comportano sempre perfettamente, indipendentemente dalle condizioni presenti sulla strada. Ad alta velocità sono un po’ rumorose, ma questa caratteristica non causa fastidi nemmeno su percorsi lunghi. Lo spazio di frenatura si è ridotto notevolmente rispetto ai predecessori (Michelin) e costituisce una piacevole sorpresa. Sono molto soddisfatto dell’acquisto e vi raccomando questo prodotto – aggiunge l’automobilista.

Barum Brillantis 2 – buona qualità a un prezzo ridotto


Barum Brillantis 2 è una gomma che rappresenta la classe economica. Ciò significa che le sue prestazioni sono più che discrete e il prezzo è davvero attraente. Queste caratteristiche sono confermate dalle opinioni degli automobilisti. Questo modello, nella versione 175/65 R14, ha ricevuto il voto 5,4! Si tratta davvero di un ottimo risultato.

Che caratteristiche possiede Barum Brillantis 2?

  • Lo pneumatico ha una lunga durata.
  • Il battistrada è asimmetrico, pertanto smaltisce bene l’acqua. La frenatura sul bagnato non è un problema.
  • La gomma produce un livello di rumore piuttosto ridotto.



Gli utenti confermano questi pregi?

– Non ho avuto problemi con le gomme, né sull’asciutto né sul bagnato. Lo pneumatico tiene perfettamente la strada. Il disegno del battistrada è ok. Non produce un rumore eccessivo durante la guida. Ve lo raccomando senza remore. È un ottimo pneumatico a basso costo – scrive Dario.

– Il passaggio a Barum Brillantis 2 ha incrementato decisamente il comfort di marcia. L’auto è più silenziosa e le irregolarità vengono attutite meglio. Qualità senza doversi svenare – aggiunge Giuliano.

Uniroyal RainExpert 3


Uniroyal RainExpert 3 è un modello di classe media. Cosa significa? Ottima qualità a un prezzo relativamente basso. Questo modello, anche nella sua versione 175/65 R14, ha molte caratteristiche tipiche delle gomme più care.

Una di esse consiste nella miglior tenuta di strada sul bagnato. Ciò è reso possibile dalla tecnologia Shark Skin. L’acqua viene smaltita alla perfezione grazie alle caratteristiche avanzate del battistrada. Uniroyal RainExpert è caratterizzato anche dall’eccellente aderenza sull’asciutto. Il rumore prodotto durante la marcia è abbastanza ridotto.


E cosa pensano gli automobilisti di Uniroyal RainExpert in versione 175/65 R14?

– Marcello, che utilizza queste gomme, scrive - Al momento dell’acquisto non credevo di poter comprare un prodotto così avanzato a questo prezzo. Sul bagnato gli pneumatici sono eccezionali. Anche le grandi pozzanghere non gli fanno paura. Anche sull’asciutto non ho di che lamentarmi, ma ho l’impressione che il bagnato sia la loro condizione ideale. Le curve, i rettilinei e le frenate improvvise sul bagnato non causano il benché minimo brivido. Sono incollate all’asfalto come nessun altro. Ve le raccomando di tutto cuore!

Come scegliere gli pneumatici per l’estate?

Le scelta di pneumatici adeguati è una missione difficile. Per prendere la decisione giusta, occorre raccogliere informazioni sul prodotto. In parte, queste ultime sono riportate sull’etichetta, che costituisce un elemento obbligatorio. È proprio l’etichetta, infatti, a dirci se la gomma oppone resistenza al rotolamento, se è rumorosa, se si comporta bene sul bagnato.

Un altro aspetto da verificare consiste nei risultati dei test effettuati sugli pneumatici che ci interessano. Tuttavia, molti automobilisti ritengono che le informazioni più affidabili siano le opinioni degli altri utenti. Essi, infatti, testano le gomme ogni giorno e ne conoscono pregi e difetti.

Se hai dubbi, rivolgiti ai nostri esperti. Ti aiuteranno a prendere la decisione giusta!