Pneumatici con diverso livello di usura - davanti o dietro ?

  • 16/07/2015
  • Autore: OPONEO.IT

La maggior parte degli autisti si pone la domanda presentata nel titolo dell'articolo. Gli esperti dell'organizzazione TCS hanno deciso di rispondere a queste domande e hanno eseguito gli appositi test. Che cosa n'è venuto fuori? Leggi di più.

La migliore situazione è quando tutti gli pneumatici hanno una simile profondità del battistrada, ma non è sempre così. Se abbiamo gli pneumatici con diverso livello di usura, i produttori, i giornalisti automobilistici e gli esperti consigliano da tanti anni di montare gli pneumatici meno usurati / nuovi sull'asse posteriore. È interessante che tante persone non siano d'accordo con tali indicazioni e presentino i propri argomenti a favore del montaggio di pneumatici migliori davanti. Una delle migliori organizzazioni automobilistiche svizzere TCS (equivalente all'organizzazione tedesca ADAC) ha deciso di risolvere questo conflitto. La TCS ha svolto dei test in cui sono state paragonate le prestazioni chiave per la sicurezza a seconda del livello di usura di pneumatici e la posizione del montaggio, in riferimento alla situazione ideale ossia quattro nuovi pneumatici.

pneumatici-davanti

Esistono varie opinioni relativi all'asse sul quale dovrebbero essere montati gli pneumatici migliori.

In che modo sono stati paragonati gli pneumatici?

Come livello base, gli esperti hanno adottato la situazione ideale ossia quattro nuovi pneumatici. Nella prima e nella seconda combinazione sono stati esaminati gli pneumatici dello stesso marchio, dallo stesso periodo di produzione, la cui profondità del battistrada era non superiore a 1,5 mm. Questo può succedere quando compri due nuovi pneumatici e un anno dopo ne compri due altri. Durante il test pneumatici migliori sono prima stati montati dietro e, di seguito, davanti. Nella terza e quarta combinazione sono stati esaminati pneumatici di diversi marchi, che variavano per l'anno di produzione e per quanto riguarda la profondità del battistrada di non più di 3 mm. Così come nelle prime due combinazioni, pneumatici migliori sono prima stati montati dietro e, di seguito, davanti. Durante il test sono state paragonate le seguenti prestazioni: aquaplaning, frenata su fondo bagnato con ABS, guida sul circolo su fondo bagnato, manovrabilità sul bagnato senza ESP, manovrabilità sul bagnato con ESP, cambio della traiettoria sul bagnato senza ESP, frenata sull'asciutto con ABS.

Leggi di più sull'uso di pneumatici:
Guida sugli pneumatici estivi

Piccole differenze tra gli pneumatici

La combinazione 1 – pneumatici migliori dietro, peggiori davanti

Quando gli pneumatici migliori (della profondità superiore del battistrada) sono montati dietro, leggermente peggiorano, in paragone con lo stato ideale, i seguenti parametri: resistenza all'aquaplaning, frenata e manovrabilità sul bagnato in autovetture senza ESP (in autovettura dotata di tale sistema, la differenza nella manovrabilità non sarà molto evidente). Tuttavia, dovresti lasciare gli pneumatici migliori dietro. Perché? In tal caso non peggiora il comportamento dell'autovettura durante un violente cambio della traiettoria sul bagnato, per esempio durante il sorpasso di un ostacolo, come succede nel caso del montaggio di pneumatici migliori sull'asse anteriore. Tale soluzione è ottimale per quanto riguarda la sicurezza. La perdita della stabilità dell'autovettura (una sbandata della parte posteriore) durante una brusca manovra di svolta è particolarmente pericolosa. Nel caso di problemi con la stabilità dell'asse anteriore, è decisivamente più facile stabilizzare l'autovettura che durante la perdita di aderenza dell'asse posteriore il che è più sorprendente e problematico.

La combinazione 2 – pneumatici migliori davanti, peggiori dietro

Nella situazione opposta, quando pneumatici migliori sono montati davanti, anche leggermente peggiorano: frenata e manovrabilità sul bagnato. Inoltre, l'autovettura sarà meno stabile durante bruschi cambi delle traiettorie sul bagnato, il che è stato già menzionato nella combinazione 1.

L'autovettura sarà un po' meno soggetta al fenomeno di aquaplaning.

CONCLUSIONE:

Ogni combinazione di due paia di pneumatici simili ha i propri difetti e vantaggi. Montare gli pneumatici migliori dietro è più sicuro, in particolare nelle situazioni d'emergenza dove è necessario sorpassare l'ostacolo che apparisce improvvisamente sulla strada. In tal caso, l'asse posteriore è più "caricato" e soggetto alla perdita di aderenza e quindi è meglio avere pneumatici migliori sull'asse posteriore.

avatars-gomme-12-13

Vale la pena montare gli pneumatici migliori sull'asse posteriore.

 

Grandi differenze tra pneumatici

La combinazione 3 - migliori dietro, peggiori davanti

In tal caso immaginati che hai due paia di pneumatici completamente diversi (modello, anno di produzione, profondità del battistrada). Se pneumatici migliori sono montati dietro, peggiora la frenata sul bagnato nell'autovettura con ABS. Mediamente peggiora la guida sul circolo (per esempio la svolta) sul bagnato senza ESP. Leggermente peggiorano: aquaplaning trasversale, manovrabilità sul bagnato con ESP, frenata sull'asciutto con ABS.

La combinazione 4 – migliori davanti, peggiori dietro

Qui pneumatici migliori sono montati davanti e peggiori dietro. In questa situazione, peggiorano notevolmente tre prestazioni esaminate: manovrabilità sul bagnato senza ESP, manovrabilità sul bagnato con ESP, cambio della traiettoria sul bagnato senza ESP. L'implementazione di questa soluzione provoca anche il peggioramento della guida in curva sul bagnato.

Non peggiora la frenata sull'asciutto e sul bagnato né la resistenza all'aquaplaning.

CONCLUSIONE:

Nel caso di pneumatici le cui prestazioni differiscono notevolmente, non esiste neanche una soluzione perfetta, ma così come nelle combinazioni 1 e 2 vale la pena montare pneumatici migliori dietro. Pneumatici migliori montati davanti significano il peggioramento della stabilità e della manovrabilità nelle improvvise situazioni d'emergenza sul bagnato. Per limitare il rischio di scivolamento durante le improvvise manovre che richiedono l'azione rapida, si consiglia di montare pneumatici migliori sull'asse posteriore, anche se peggiora lo spazio di frenata. Ricordati comunque di impiegare la regolare rotazione tra le assi, al meglio ogni 7500 – 10000 km per mantenere tutti gli pneumatici nello stato simile e per evitare la creazione della diversa usura (se il punto di partenza erano quattro uguali pneumatici).
 

Risultati specifici del test

Risultati a seconda delle singolari prestazioni:
Aquaplaning – Risultati del test: MIGLIORI DAVANTI
Frenata sul bagnato con ABS – Risultato del test MIGLIORI DAVANTI
Guida sul circolo sul bagnato – Risultato del test MIGLIORI DAVANTI
Manovrabilità sul bagnato senza ESP – Risultato del test MIGLIORI DIETRO
Manovrabilità sul bagnato con ESP – Risultato del test MIGLIORI DIETRO con grande differenza tra pneumatici / MIGLIORI DAVANTI con piccola differenza tra pneumatici
Cambio della traiettoria sul bagnato senza ESP – Risultato del test MIGLIORI DIETRO
Frenata sull'asciutto con ABS – MIGLIORI DAVANTI (le differenze tra i risultati non erano significative).

IL NOSTRO COMMENTO:

Il test ha dimostrato quali sono le prestazioni nelle situazioni reali con diverse configurazioni del montaggio di pneumatici. Secondo i risultati del testi, nella maggior parte dei casi, pneumatici migliori devono essere montati davanti. Tuttavia, in pratica tale soluzione non è la migliore. Perché? La lotta con aquaplaning è abbastanza facile. Di solito, basta togliere il piede dal pedale di gas e l'autovettura ripristina la stabilità. Invece vale la pena rinunciare al più lungo spazio di frenata ed al peggioramento della manovrabilità in curva sul bagnato per ottenere il significativo aumento di sicurezza nelle manovre improvvise. Se in tale situazione pneumatici peggiori sono montati dietro, si può verificare la perdita di aderenza dell'asse posteriore. Il controllo della autovettura in tale situazione è molto difficile e richiede tranquillità ed il possesso di certe capacità. Siamo sinceri... non ogni autista sarà in grado di reagire correttamente in tale situazione. Per questi motivi, occorre ridurre il rischio di perdere l'aderenza della parte posteriore dell'autovettura e montare pneumatici migliori dietro. Il test ha dimostrato che pneumatici migliori davanti sono più opportuni nella maggiorità delle situazioni pero le poche situazioni in cui è meglio avere pneumatici migliori dietro sono le situazioni più pericolose. Per questo ripetiamo ancora una volta: GLI PNEUMATICI MIGLIORI DIETRO!

 

Ti piace l'articolo?
Dacci un voto.

Grazie
Aggiungi un commento
(Attenzione: I commenti nel forum sono stati moderati.)

  1. Consegna gratuita
  2. Acquisto sicuro
  3. Disponibilità
    garantita
  4. Prodotti originali
  5. Autofficine
    convenzionate