L’attività di Yokohama Rubber è divisa in due segmenti essenziali. Leggi per saperne di più sullo sviluppo dell’azienda giapponese.

Gli inizi di Yokohama

Creata nel 1917, una delle numerose aziende industriali giapponesi, costituite quando il Giappone fu aperto al mondo esterno alla fine del XIX secolo, Yokohama Rubber si è sviluppata negli anni ‘20 del XX secolo, grazie all’individuazione delle nicchie nell’infrastruttura giapponese che aveva bisogno di innovazione. Il successo più grande di allora è stata la produzione dello pneumatico cord, introdotto sul mercato nel 1921, che è diventata la base per lo sviluppo successivo dell’azienda. Gli pneumatici utilizzati precedentemente in Giappone erano generalmente prodotti in tessuto – sopratutto in tela. Hamatown Cord di Yokohama, il primo pneumatico cord venduto in Giappone, era tre volte più resistente degli pneumatici in tessuto ed in breve tempo ha acquistato tanta popolarità sulle strade giapponesi. In questi tempi l’azienda si occupava anche dell’elaborazione di alcuni prodotti del settore dei sistemi industriali, utilizzando la gomma per migliorare il rendimento dei trasportatori a nastro utilizzati nella filatura ed in altri settori dell’industria. Nel 1921 l’azienda ha iniziato ad introdurre sul mercato le cinghie di trasmissione con i bordi tagliati, che hanno sostituito rapidamente le cinghie in pelle, utilizzate in vari settori dell’industria, ed ha continuato a migliorare la tecnologia di produzione delle cinghie, introducendo nel 1929 la prima cinghia in Giappone del tipo V, caratterizzata da una maggiore flessibilità e trasportabilità.

yokohama-logo-storico

Logo storico della Yokohama

Queste prime mosse hanno garantito le basi per lo sviluppo negli anni ‘30, quando la rapida crescita economica del Giappone ha creato il grande fabbisogno per i prodotti in gomma, utilizzati nelle autovetture e nei vari settori dell’industria. Yokohama ha elaborato gli pneumatici a bassa pressione, progettati specialmente per prevenire i problemi con il surriscaldamento – gli pneumatici per i camion, gli pneumatici con il taglio del battistrada a lettera Y e, seguendo la moda iniziata negli Stati Uniti, gli pneumatici con i fianchi di colore. Nel 1930 l’azienda ha prodotto un rivestimento morbido in gomma, utilizzato nell’industria chimica per proteggere il metallo dalla corrosione e dalla perdita di ermeticità. Inoltre ha prodotto un supporto duro in gomma per proteggere gli alberi dell’elica delle navi. Un passo cruciale nello sviluppo di Yokohama Rubber ha avuto luogo nell’anno 1935, quando l’azienda ha iniziato a fornire gli pneumatici ai produttori di autovetture più grandi in Giappone – Nissan e Toyota – diventando così una delle aziende più importanti fra i produttori di prodotti in gomma. Il riconoscimento crescente per l’azienda ha convinto il Ministero della Casa Imperiale a presentare un ordine per il set di pneumatici per la macchina dell’imperatore giapponese; il contratto comprendeva un anno e mezzo di test e di preparazione ed è stato concluso con la produzione di 24 pneumatici. L’azienda è entrata sul mercato internazionale nel 1934, anno in cui ha brevettato in Giappone e negli Stati Uniti il tubo flessibile singolo per versare l’olio. Due anni dopo ha progettato e prodotto il primo tubo flessibile del freno idraulico giapponese per i veicoli. Nel 1939 l’azienda ha effettuato il passo più importante nel settore dell’industria della gomma sintetica in forte espansione, producendo la prima gomma sintetica.

yokohama-logo-storico-1-gomme

Logo storico della Yokohama

Yokohama – la II Guerra Mondiale e la diversificazione del dopoguerra

Lo scoppio della II Guerra Mondiale ha spinto Yokohama Rubber ad avviare la produzione dei componenti per gli aerei – settore con la quale non aveva a che fare in precedenza, e nel 1941 delle pile a combustibile, dei tubi flessibili e degli pneumatici per gli scopi dell’esercito giapponese e degli aeri da caccia della marina militare Zero e Hayabus. La grande richiesta di questi prodotti durante la guerra ha convinto l’azienda Yokohama ad aprire nel 1944 una nuova fabbrica a Mie, al fine di aumentare la produzione di pneumatici per gli aerei militari. La domanda disperata relativa ai componenti per le vetture e per i componenti industriali nel Giappone del dopoguerra, indebolito economicamente ha influito sulla decisione dell’apertura nel 1946 di un'altra fabbrica a Mishima. Entrambe le fabbriche rimasero gli elementi più importanti della rete di produzione Yokohama fino all’inizio degli anni ‘90 del secolo scorso.

yokohama-fabbrica

Fabbrica della Yokohama in Filipine

Come molte zone dell’economia giapponese, l’industria di gomma si sviluppò fortemente negli anni ‘50, dopo la Guerra della Corea, grazie al fabbisogno dell’Esercito degli Stati Uniti per i prodotti militari. Questo ha permesso a Yokohama Rubber che è entrata sulla Borsa nel 1950 di aumentare la sua partecipazione sul mercato dei prodotti aerei, avviando nel 1955 la produzione degli pneumatici aerei in corda di nylon e nel corso dei due anni successivi di pile a combustibile, di tubi flessibili e di raccordi auto sigillanti, rispondendo così alla domanda degli Stati Uniti nell’ambito militare. Nel 1957 Yokohama ha iniziato a produrre e ha lanciato sul mercato gli pneumatici per gli aerei a reazione. Insieme all’allargamento della produzione dei componenti per gli aerei, l’azienda ha continuato a creare e a lanciare nuovi tipi di pneumatici, fra i quali gli pneumatici in corda di viscosa, lanciati negli anni ‘50, i primi pneumatici in Giappone senza camera d’aria, gli pneumatici in gomma butilica, gli pneumatici da neve e gli pneumatici in corda di nylon. Inoltre l’azienda ha creato gli pneumatici universali Hamaking, che costituivano il progetto fondamentale utilizzato negli autobus e nei camion giapponesi all’inizio degli anni ‘90. L’azienda ha iniziato anche ad introdurre sul mercato i suoi primi pneumatici in gomma sintetica.

yokohama-logo

Logo della Yokohama adesso

Per quanto riguarda il lato industriale, gli anni ‘50 costituiscono il periodo di produzione di un numero sempre maggiore di vari componenti, fra i quali i primi in Giappone trasportatori a nastro cord, nei quali è stato utilizzato il cord nell’isolamento in gomma invece a quello in tessuto, materiale utilizzato nella forma di rulli nelle acciaierie, ammortizzatori pneumatici per l’Istituto di Ricerca Tecnica della Ferroviaria Nazionale Giapponese, paraurti pneumatici in gomma, utilizzati dalle navi in bacini, dadi, i quali non si rallentano in seguito alle scosse e colle basate sulla gomma naturale per le guarnizioni dei freni. L’incremento dell’ambito e della quantità di prodotti fabbricati è stato sostenuto dall’incremento delle capacità di produzione, ottenute grazie alle due nuove e grandi aziende Yokohama Rubber, aperte ad Ageo nel 1950 e Hiratsuka nel 1952.

Yokohama – la successiva diversificazione negli anni ‘60

Nonostante lo sviluppo nelle aree dei prodotti industriali e dei componenti per gli aeri, la maggior parte dell’attività di Yokohama Rubber sono gli pneumatici per le vetture. Negli anni ‘60 l’azienda ha inaugurato alcune novità che hanno rafforzato la sua posizione come il miglior produttore di pneumatici nell’economia giapponese rapidamente crescente, caratterizzata dall’aumento di almeno 10 % all’anno. L’azienda ha iniziato ad introdurre sul marcato gli pneumatici radiali in acciaio per gli autocarri ed i pullman, gli pneumatici chiodati, gli pneumatici per macchine da corsa, gli pneumatici radiali per autovetture e gli pneumatici senza camera d’aria. Nell’ambito dell’aeronautica Yokohama ha vinto la gara d’appalto per la fornitura di pneumatici per aerei a reazione Boeing 727 All Nippon Airways Co. Ltd. I contratti militari con gli Stati Uniti sono ancora rimasti una parte importante degli affari dell’azienda, convincendola ad elaborare mastici per giunzioni per aerei, per i condotti aerei in teflon e per i tubi in genere. Inoltre l’azienda ha creato nuovi tipi di pile combustibili, pneumatici, set di tubi e tubi flessibili, serbatoio del carburante supplementari, coperte isolanti e dispositivi antighiaccio per un aereo a reazione nuovo e, nel 1970, un riempitivo a nido d’api e adesivi strutturali utilizzati nell’aeronautica.

yokohama-pubblicita

Pubblicità della Yokohama

La diversificazione di Yokohama in direzione dei prodotti industriali innovativi è stata continuata negli anni ‘60, quando l’azienda ha introdotto altri tipi di trasportatori a nastri, tra cui nastri di nylon e resistenti al fuoco, giunti stradali in gomma per sostituire quelli in metallo, rivestimenti in gomma utilizzati nell’apparecchiatura per l’energia nucleare e le recinzioni in gomma, utilizzate per i campi sportivi. L’azienda ha anche prodotto raccordi per tubi antiurto per sommergibili, materiali subacquei fonoassorbenti per le navi militari, maniche in gomma per scavare, tubi ad alta pressione, serbatoi per il trasporto di liquidi, rivestimenti per l’impermeabilizzazione delle strade ed ha elaborato nuovi materiali per utilizzarli sotto forma di mastice per giunzioni e grassi. Tutti questi conseguimenti, basati sulle ricerche continue in tutti i tre campi dell’attività di Yokohama Rubber, hanno permesso all’azienda di trarre importanti profitti sullo sviluppo industriale del Giappone. Yokohama non è mai stata soltanto un'azienda di pneumatici e fino all’anno 1970 ha consolidato la sua posizione come grande gruppo industriale che offre prodotti per molti settori dell’economia. L’apertura di una nova azienda a Shinshiro nel 1964 ha aumentato le capacità di produzione dell’azienda, permettendo di mantenere la precedente versatilità. L’apertura di un ufficio Yokohama Rubber negli Stati Uniti nel 1969 e di una filiale in Canada nel 1970 sono stati i primi passi che portavano ad sviluppo geografico ed industriale.

Yokohama – l’innovazione nell’ambito degli pneumatici e l’allargamento dell’offerta industriale negli anni ‘70

yokohama-pubblicita

Pubblicità delle gomme Yokohama

L’aumento della vendita di tutte le linee principali dei prodotti Yokohama ha condotto l’azienda all’inizio degli anni ‘70 ad iniziare la realizzazione di un programma potente di investimenti, il quale comprendeva, fra altro, l’apertura di due nuove aziende destinate per definiti scopi. La fabbrica Ibaraki, aperta nel 1973, aveva il compito di produrre tubi idraulici e la fabbrica Onomichi, che ha iniziato l’attività nel 1974, si è specializzata nella produzione di pneumatici grandi off-road. L’azienda diventava sempre più forte in tutti i tre campi della produzione, elaborando nuove soluzioni per l’industria degli pneumatici, fabbricando pneumatici radiali con la carcassa d’acciaio per autovetture, pneumatici radiali da fango e da neve e altri pneumatici off-road, ruote in leghe leggere e migliorando il tipo di gomma utilizzata per la produzione di pneumatici. Negli anni ‘70 Yokohama Rubber ha continuato l’allargamento della sua offerta in prodotti industriali, fabbricando le barriere protettive per le autostrade, le protezioni in gomma contro l’attaccamento dei cirripedi alle navi, il materiale strutturale a strati dall’aspetto a nido d’api, i nuovi tipi di tubi flessibili, le borse in gomma per il petrolio sparso nel mare, il materiale per rivestire i campi da tennis e le piste da corsa resistenti agli agenti atmosferici, le colle fusibili, le camere fonoassorbenti, i materiali antiurto e fonoassorbenti per costruire pianoforti, i pavimenti ermetici per stive navali e molti altri prodotti. Nello stesso tempo è stato allargato anche il settore relativo all’aeronautica: erano prodotti ancora le pile a combustibile, i circuiti tubolari e atri oggetti creati dall’azienda nei due decenni precedenti. Sono stati anche migliorati alcuni prodotti e introdotti dei nuovi. Nel 1972 l’azienda ha prodotto i dispositivi elettrici antigelo per le pale delle eliche degli elicotteri e le pile a combustibile resistenti al guasto per gli aerei. Negli anni successivi sono stati introdotti altri miglioramenti nell’ambito di coperte isolanti, piastre con la costruzione a nido d’api e di prepreg – semisolidi materiali composti di fibre rafforzanti impregnate dalle resine, utilizzati per la produzione di elementi portanti di aerei, che devono essere leggeri e resistenti. Yokohama ha avviato anche la produzione dell’attrezzatura per razzi, scambiatori di calore e soffietti. L’azienda ha continuato la diversificazione industriale nell’anno 1983, quando è stata impegnata nella produzione di oggetti sportivi, in collaborazione con dieci produttori specializzati nella produzione di attrezzature sportive.

Yokohama – l’aumento della concorrenza negli anni ‘80

yokohama-pubblicita

Pubblicità Master of  The Road

Un rapido consolidamento, alla fine degli ‘80 e all’inizio degli anni ‘90 dell’industria mondiale di pneumatici e di gomma ha spinto Yokohama ad abbandonare la politica precedente, concentrata sopratutto sul mercato nazionale. Il principio era il seguente „compra o sarai comprato” e si riferiva al mercato, il quale è stato stretto a 14 concorrenti, che dividevano tra di loro i tre quarti della vendita mondiale ai "grandi tre": Goodyear, Michelin e Bridgestone – che controllavano oltre la metà della vendita mondiale degli pneumatici. Al contrario della concorrenza globale la strategia di Yokohama mirava sulle società più piccole di join venture, preferendo legamenti fra le imprese oltre le fusioni e le acquisizioni delle aziende, nonostante il fatto che abbia usato anche tali strategie. Nel 1984 ha distaccato la sua filiale canadese dall’attività negli Stati Uniti e nell’anno successivo ha acquistato il 26 % delle quote nell’impresa di pneumatici in Malesia – IT International – nella transazione comprendente la fornitura di assistenza tecnica fornita da Yokohama all’azienda della Malesia. Due anni più tardi ha aperto negli Stati Uniti l’azienda che fabbricava e vendeva l’attrezzatura per vetture – Aeroquip Automotive – insieme a Yokohama Aeroquip Co e Aeroquip Co. USA. Nello stesso anno l’azienda ha acquistato il 10 % delle quote nell’azienda più grande della Corea del Sud la casa produttrice di pneumatici – Hankook Tyre Manufacturing Company e nell’anno successivo ha iniziato la collaborazione con Rubber Research Institute of Malaysia, al fine di elaborare una tecnologia di estrazione e di polverizzazione per poter ottenere le sostanze utili dagli scarti di gomma naturale.

yokohama-pubblicita

Pubblicità Master of The Road

yokohama-pubblicita

Pubblicità Master of The Road

Nel 1987 Yokohama ha iniziato un progetto di allargamento dell’attività dell’azienda a Hiratsuka, che produceva componenti per gli aerei, iniziando a produrre grandi componenti per motori destinati al razzo H-11. Ha acquistato il 40 % delle quote nell’azienda di produzione delle schede stampate per le macchine industriali – Togoshi Co. Ha firmato anche un contratto con l’azienda americana Technical Wire Products Inc. per la produzione e la vendita dei suoi materiali in Giappone. Ha inoltre costituito una società joint venture con un’altra azienda americana – Morton Thiokol Inc. – al fine di produrre e di vendere sigillanti poliuretanici per i parabrezza negli Stati Uniti. Nello stesso anno Yokohama ha mostrato al mondo il livello delle sue conquiste tecniche, sciogliendo contratti con alcuni produttori americani ed europei di pneumatici, che finora offrivano alla dita l’esperienza tecnica.

yokohama-pubblicita

Pubblicità degli pneumatici Yokohama

Dopo aver scambiato le azioni con un’altra azienda giapponese del settore della gomma – Toyo Tyre and Rubber Co. – Yokohama ha costituito nell’anno 1988 la società joint venture con la multinazionale Marubeni, al fine di vendere pneumatici per autovetture e pneumatici radiali in acciaio per autocarri e pullman in Germania. Nello stesso anno l’azienda ha fatto il passo più importante sull’enorme mercato americano degli pneumatici, quando nella società join venture con Toyo Tyre and Rubber e con il gruppo industriale tedesco Continental Aktiengesellschaft ha iniziato a costruire uno stabilimento per la produzione degli pneumatici radiali per autocarri e pullman negli Stati Uniti. La fabbrica situata a Mount Vernon, in Illinois, era adattata alla produzione di un massimo di 880 mila pneumatici all'anno. Yokohama ha eseguito ancora una mossa sul mercato americano nel 1989, acquistando l’azienda americana del settore della gomma – Mohawk Rubber Co. Ltd – con la fabbrica degli pneumatici in Virginia, la fabbrica di prodotti industriali in gomma in Ohio e le aziende di gommatura in Alabama e in California, al prezzo di circa 150 milioni di dollari. Subito dopo l’azienda ha comunicato di avere l’intenzione di spendere 200 milioni di dollari entro cinque, sei anni successivi per aumentare le capacità produttive della fabbrica. Nello stesso anno Yokohama ha intensificato l'assalto sul mercato americano, iniziando la sua prima campagna pubblicitaria in televisione ed ha costituito una società joint venture con l’azienda Hankook in Corea del Sud per la produzione di camere d’aria e di protettori per pneumatici. Il presidente dell’azienda Kazuo Motoyama ha riassunto la direzione dell’attività intrapresa da Yokohama nel 1989 dicendo: “Non abbiamo la minima intenzione di restare un produttore giapponese locale di pneumatici”.

Yokohama negli ani ‘90 – globalizzazione, enfasi sulla ricerca e sullo sviluppo

yokohama-pubblicita

Pubblicità Yokohama Parada

Considerando l'entrata relativamente tarda sul mercato mondiale della gomma, Yokohama Rubber ha applicato la tattica dello sviluppo rapido, comprendente sia l’acquisto di altre ditte sia lo sviluppo organico all’inizio degli anni ‘90. Soltanto nel 1990 Yokohama ha acquistato il 49 % delle quote del produttore taiwanese di tubi flessibili in gomma Shieh Chi Industrial Co, ha avviato la produzione in Portogallo, ha firmato un accordo tecnico quinquennale con un’altra impresa della Corea del Sud – Bukdoo Chemical ed ha effettuato i primi passi mirati ad avviare l’esportazione di pneumatici radiali per motocicli in Brasile. L’azienda ha programmato l’estensione dal mercato asiatico e sudamericano verso il mercato europeo tramite l’apertura delle fabbriche e dei centri di distribuzione su questo continente. La penetrazione intensificata del mercato asiatico e della costa del Pacifico è partita in seguito all’avviamento, a metà del decennio, delle nuove azioni produttive nelle Filippine ed in Australia. Insieme ad uno sviluppo geografico rapido Yokohama ha continuato il finanziamento del programma di ricerca e di sviluppo. Tutto questo ha permesso di inventare nuovi prodotti in alcune aree, fra le quali troviamo il materiale antistatico conducibile, il materiale antistatico per pavimenti, le schede del circuito stampato, che distribuiscono il calore meglio delle schede tradizionali, i nuovi prepreg da utilizzare come elementi di base per la costruzione di aerei, i nuovi sigillanti per parabrezza e le camere isolanti delle onde radio con le pareti lisce e piatte, come risposta alla domanda dei produttori di apparecchiature elettroniche e dei dispositivi.

yokohama-pubblicita

Yokohama - manifesto storico

Quest’estensione geografica dell’attività dell’azienda e l’aumento del numero di prodotti fabbricati ha dovuto contrastare la concorrenza sempre più forte, in particolare da parte del leader mondiale Michelin, che ha avviato all’inizio degli anni ‘90 del secolo scorso una guerra dei prezzi. Sperando in un indebolimento forte degli avversari, l’azienda francese ha programmato una riduzione dei prezzi per il periodo della recessione globale. Insieme a molte imprese concorrenti, Yokohama ha constatato il calo della vendita e dei profitti nella prima metà del decennio. Le entrate sono calate dai 441,4 miliardi di yen nel 1991 fino ai 379,4 miliardi di yen nel 1994 e l’utile netto è calato dai 5 miliardi di yen fino alla perdita di 270 milioni di yen nel 1993, prima di risalire nuovamente fino ai 2,1 miliardi di yen ancora nello stesso periodo. La modifica della data di chiusura dell’esercizio nell’azienda ha abbreviato l’esercizio nel 1995 fino a soli 3 mesi (dal 1 gennaio 1995 al 31 marzo 1995).

Nonostante il fatto che la vendita in corso dell'esercizio 1995 (chiuso il 31 marzo) ha mostrato a cavallo dell'intera decade il primo aumento anno dopo anno, l'utile netto ha mantenuto una tendenza calante, diminuendo fino ai 563 milioni di yen (5,3 milioni di dollari), a partire dall’esercizio 1994. I membri del consiglio di amministrazione dell’azienda accusavano di tali risultati la filiale negli Stati Uniti, Yokohama Tire Corp, che ha sofferto finanziariamente in seguito ai costi altissimi di servizio del debito e alle spese per le materie prime. La riorganizzazione dell’attività sul territorio degli Stati Uniti a metà del decennio è stata mirata per aumentare la produzione, grazie all’aumento contemporaneo delle capacità produttive, del rinforzo di distribuzione e della riduzione del livello di occupazione.

yokohama-pubblicita

Yokohama ' pubblicità

Sembrava che alla metà del decennio Yokohama si sia rassegnata alla sua posizione fuori dei “tre grandi” dell’industria. Invece di concentrarsi sulla lotta per la vendita sul mercato di basso margine dell’apparecchiatura originale, la strategia futura dell’azienda puntava sulla ricerca e sullo sviluppo con una particolare attenzione verso i prodotti di nicchia di alto margine. Esisteva poca probabilità che l’azienda abbandonasse la sua attività principale, consistente nella produzione degli pneumatici originali, di ricambio e specialistici, la quale costituiva alla metà degli anni ‘90 ancora oltre due terzi di vendita. Nonostante tale fatto l’azienda si aspettava che la vendita di prodotti non legati agli pneumatici fosse caratterizzata da una crescita più rapida negli ultimi anni del XX secolo.

yokohama-pubblicita

Yokohama come lo sponsor degli eventi sportivi

 

yokohama-pubblicita

Pubblicità delle gomme Yokohama C.drive 2

Yokohama – calendario

  • 1917 (ottobre) – costituita a Yokohama nella prefettura di Kanagawa come investimento in comune di Yokohama Cable Manufacturing Co., Ltd. (attualmente Furukawa Electric Co., Ltd.) e BF Goodrich, USA.
  • 1919 – costruzione di Hiranuma Plant a Hiranumu, Yokohama.
  • 1929 – costruzione di Yokohama Plant nel distretto Tsurumi, Yokohama.
  • 1937 – cambio della denominazione commerciale degli pneumatici e dei prodotti industriali in "Yokohama".
  • 1944 – costruzione di Mie Plant.
  • 1950 – acquisto di Mishima Plant dalla Meiji Rubber Manufacturing Co., Ltd.
  • 1951 – conclusione della costruzione di Hiratsuka Plant.
  • 1961 – conclusione della costruzione della centrale principale di Yokohama.
  • 1963 – costituzione della Hama Chemical Co., Ltd. / Denominazione dell’azienda cambiata in Yokohama Rubber Co., Ltd.
  • 1969 – conclusione della costruzione del Centro di Ricerca / Costituzione di Yokohama Tire Corporation negli Stati Uniti.
  • 1974 – inizio delle operazioni di prova in Onomichi Plant / Conclusione del primo passo di costruzione di Ibaraki Plant e inizio del lavoro.
  • 1976 – costituzione di Yokohama Tyre Australia Pty Ltd.
  • 1983 – costituzione di Sports Complex Co., Ltd.
  • 1984 – costituzione di Yokohama Tire (Kanada) Inc.
  • 1986 – conclusione della costruzione dell’opera per le prove complessive degli pneumatici D-PARC (Daigo Proving-Ground and Research Center).
  • 1988 – costituzione di Yokohama Reifen GmbH / Costituzione di Tokyo Hamatite Co., Ltd.
  • Costituzione di GTY Tire Co., Ltd.
  • 1989 – costruzione della pista per le prove invernali specialistiche T*MARY (Takasu Motoring and Researching Yard) / Acquisto di Mohawk Rubber Company, USA.
  • 1991 – conclusione della costruzione di R&D Center RADIC a Hiratsuka Plant.
  • 1992 – costituzione di SAS Rubber Company.
  • 1993 – designazione delle attività definite standard, legate alla protezione dell’ambiente e elaborazione del programma dell’attività nell’ambito della protezione dell’ambiente / Il sistema sicuro degli pneumatici e gli pneumatici eco-compatibili esposti presso la 30 edizione di Tokyo Motor Show nell’ambito del tema chiave: “Il sistema automobilistico avanzato di Yokohama”.
  • 1994 – costituzione di PRGR Co. Ltd.
  • 1996 – Yokohama Aeroquip diventa una società controllata, appartenente per intero a Yokohama Arise Co., Ltd. / Costituzione dell’azienda che si occupa della vendita di pneumatici e di accessori per camper. / La denominazione Yokohama Aeroquip è stata cambiata in Yokohama Hydex Company. / Costituzione in Tailandia di Yokohama Rubber (Thailand) Co., Ltd. – l’azienda che si occupa della produzione di parabrezza e dell’installazione di tubi idraulici. / Hiratsuka Tire Plant ottiene il certificato ISO 9001.
  • 1997 – costruzione di una nuova fabbrica per la produzione di sigillanti per parabrezza in Kentucky, USA. / Conclusione della costruzione di una nuova fabbrica sul territorio di Ibaraki Plant per la produzione di materiali sigillanti. / Costituzione di nuove aziende per la produzione e la vendita di pneumatici in Vietnam.
  • 1998 – Mishima Plant ottiene il certificato ISO 14001. / Tentativi aventi lo scopo di ottenere certificati per tutte le fabbriche entro la fine del 1999. / Shinshiro Plant e Hiratsuka Tire Plant hanno ottenuto il TPM Excellence Award.
  • 1999 – la fabbrica Mie Plant ottiene il certificato ISO 14001. / Tentativi aventi lo scopo di ottenere certificati per tutte le fabbriche entro luglio dello stesso anno. / Yokohama Tire Philippines, Inc. ottiene il certificato ISO 9002, un anno dopo l’inizio dell’attività. / Yokohama Hydex Company ottiene il certificato QS 9000, sistema di qualità per i „tre grandi” produttori di vetture negli Stati Uniti e il certificato ISO 19001. / ISO 14001 è stato ottenuto da tutte le fabbriche nel paese. / Costituzione del fondo per gli stipendi in Yokohama Tire Philippines, Inc.
  • 2000 – Yokohama Rubber (Thailand) Co., Ltd. ottiene i certificati QS 9000 e ISO 9002. / Le funzioni di vendita, progettazione e sviluppo nell’ambito di tubi flessibili e raccordi trasferite a Yokohama Hydex. / YH AMERICA Inc. ottiene il certificato QS 9000. / Yokohama Tire Philippines, Inc. ottiene il certificato ISO 14001.
  • 2001 – Yokohama Rubber Co, Ltd. e Continental AG costituiscono il partenariato strategico. / Inizio delle attività sotto la denominazione "Emissione Zero", aventi lo scopo di limitare la quantità di scarti industriali nel luogo di stoccaggio. / Due oggetti appartenenti a Yokohama Hydex Company, le filiali Hiratsuka e Nagano Plant ottengono il certificato ISO 14001.
  • 2002 – elaborazione di Grand Design – strategia business a lungo termine. / YH AMERICA Inc. ottiene il certificato ISO 14001.
  • 2003 – Yokohama Rubber (Thailand) Co., Ltd. ottiene il certificato ISO 14001. / Quattro aziende nel paese raggiungono l’emissione zero. / Yokohama Rubber pianifica di creare la base di produzione in Tailandia degli pneumatici radiali per autocarri/pullman – inizio dell’investimento stabilito per aprile 2005.
  • 2004 – una nova impresa belga vendente pneumatici, costituita da Yokohama Rubber, inizia a lavorare in questo anno. / Yokohama Rubber ha intenzione di costituire una nova azienda per produrre e vendere sigillanti per autovetture in China. / Yokohama Rubber ha intenzione di creare un’azienda integrata per la produzione/montaggio/vendita di tubi flessibili tramite l’incorporazione di Yokohama Hyde. / Cambiamenti personali nel Consiglio d’Amministrazione dell’azienda. / Yokohama Rubber ha intenzione di aprire una filiale in Cina per il montaggio e la vendita di tubi flessibili ad alta pressione.
  • 2005 – Yokohama Rubber crea una filiale interamente controllata per la vendita di pneumatici in Corea. / Yokohama costituisce l’azienda che si occupa della vendita di pneumatici in Russia. / La filiale europea di Yokohama deve diventare una filiale d’oltremare per coordinare la vendita in Europa. / Yokohama Rubber ha intenzione di costituire una fabbrica in Tailandia che si occuperà della produzione di pneumatici per autovetture e autocarri leggeri. / La filiale di Yokohama apre ufficialmente la fabbrica tailandese di pneumatici per autocarri e pullman. / La società joint venture deve produrre e vendere trasportatori a nastri in Cina. / La nuova azienda deve controllare le operazioni d'affari e le attività legate agli pneumatici in Cina.
  • 2006 – Hangzhou Yokohama Tire, appartenente a Yokohama Rubber, garantirà in Cina la base per la produzione e la vendita di pneumatici radiali per autovetture, agente in conformità a ISO 14001. / Yokohama Rubber pubblica il nuovo programma di gestione: Grand Design 100. / Yokohama Rubber ha intenzione di intensificare la vendita europea di pneumatici per autocarri e pullman tramite la collaborazione con l’azienda leader di gommatura degli pneumatici. / Yokohama Rubber ha intenzione di aprire una filiale in India. / Correzione delle prognosi per la prima metà dell’esercizio 2007...
Vi invitiamo a leggere i nostri articoli interessanti sulle gomme e sui altri temi che riguardano l'uso e la manutenzione delle ruote: articoli sulle gomme
Per vedere il nostro negozio online con gli pneumatici  potete andare sul sito www.oponeo.it
Per ordinare le gomme o chiedere il consiglio dei nostri specialisti potete chiamare il nostro numero 0662296939 ( il costo della chiamata nazionale )