Storia degli pneumatici Continental

  • Autore: OPONEO.PL

 Continental-Caoutchouc und Gutta-Percha Compagnie – la multinazionale ha iniziato la propria attività sotto questo nome a partire dall’8 ottobre 1871. Il suo raggio d’azione di quel periodo attualmente può destare stupore. Oltre alle ruote per i carri e per le biciclette, l’azienda all’origine produceva anche le calzature, i tessuti resistenti all’acqua, e poco dopo anche i palloni e i giocattoli.  

Vi invitaimo a leggere questo articolo grazie a quale potrete approfondire la storia di una delle più famose marche delle gomme al mondo.

Scoprite come si fa la storia di uno dei più grandi produttori delle gomme !

continental-logo

Logo della marca Continental

Dalle biciclette ai veicoli

fabbrica-continental1

Lavorazione storica delle gomme Continental

Continental-Caoutchouc und Gutta-Percha Compagnie – la multinazionale ha iniziato la propria attività sotto questo nome a partire dall’8 ottobre 1871. Il suo raggio d’azione di quel periodo attualmente può destare stupore. Oltre alle ruote per i carri e per le biciclette, l’azienda all’origine produceva anche le calzature, i tessuti resistenti all’acqua, e poco dopo anche i palloni e i giocattoli.Pneumatici per autoveicoli? Dobbiamo ricordare che in quel periodo le automobili facevano parte dei sogni o dei progetti visionari di inventori pazzi. Quando nel 1870 Siegfried Marcus ha costruito il primo mezzo con motore a benzina pochi supponevano che tra una decina di anni le automobili sarebbero diventate un mezzo di trasporto comune. 
fabbrica-continental2

Fabbrica storica della Continental

Probabilmente lo prevedevano anche i produttori di Continental. Prima di realizzare tali presentimenti, la richiesta in continuo aumento delle gomme per biciclette ha indotto l’azienda ad introdurre sul mercato gli pneumatici con la camera d'aria gonfiabile. Nel 1892, l’azienda il cui simbolo era un cavallo, come prima in Germania ha avviato la produzione di pneumatici. Contemporaneamente a Hannover venivano costruiti i primi pneumatici per le automobili.
L’industria mondiale della motorizzazione alle prime armi, si sviluppava velocemente sul Reno. Gli ingegneri di Continental sono presto andati incontro ai costruttori tedeschi, che ispirati dalle gomme antiscivolo delle biciclette, nel 1904 hanno presentato i loro primi pneumatici con battistrada, quattro anni dopo hanno stupito la concorrenza con una successiva innovazione – il cerchione sostituibile, grazie al quale la sostituzione dello pneumatico impiegava meno tempo e necessitava meno sforzo.

Evviva il caucciù sintetico

pubblicita-continental

Pubblicità storica della Continental

Lo conquista della nomina del marchio leader in Germania ha risvegliato il desiderio dei dirigenti di Continental, che a cavallo dei primi due decenni del XX secolo hanno aperto le prime filiali estere dell'azienda, tra l'altro in Gran Bretagna, Romania, Italia e nei paesi scandinavi, inoltre hanno iniziato a puntare sempre di più all’esportazione. Un evento di svolta era l’avvio dei test degli pneumatici in caucciù sintetico prodotto e fornito dai laboratori dell’azienda Bayer iniziati nel 1909. 27 anni dopo gli pneumatici in gomma sintetica saranno prodotti su ampia scala.

Continental ha iniziato a promuovere le tecnologie moderne negli sport motoristici. Già nel 1901 la prima Mercedes costruita nella fabbrica di Daimler ha vinto la corsa Nice-Salon-Nice utilizzando gli pneumatici „Conti”. Un successo ancora maggiore è stato ottenuto nel 1914 dalle Daimler dotate di pneumatici dello steso marchio, celebrando il triplo successo nel prestigioso French Grand Prix. In seguito i successi sportivi, come le vittorie nei seguenti Grand Prix (Germania, Gran Bretagna, Danimarca e Italia), ma anche nelle gare North African Tripoli Race e Carrera Panamericana diventeranno il biglietto da visita di Continental.

pubblicita-continental-1954

Pubblicità storica della Continental - 1954

Cadute e risalite tra le due guerre

continental-contidrom

Continental e sport - ContiDrom

Lo sviluppo dinamico dell’azienda è stato interrotto dallo scoppio della prima guerra mondiale. L’interruzione della stabilità economica ed in seguito le limitazioni introdotte in Germania in base al Trattato di Versailles, hanno influito in modo negativo sull’intera industria automobilistica. Nel 1920 la situazione di Continental è stata notevolmente migliorata dall’investimento del marchio americano Goodrich, che ha acquistato il 25 % del pacchetto delle azioni dell’azienda tedesca. Grazie a tale collaborazione e allo scambio delle tecnologie più moderne, Continental ha iniziato a ricostruire la propria posizione. Nel 1921 come prima nel proprio paese, ha introdotto sul mercato gli pneumatici arricchiti di cord e tre anni dopo ha avviato la produzione degli pneumatici con carbone vegetale che ha notevolmente aumentato la sua durabilità e la resistenza all’usura. Innovazione non meno importante era l’impiego nel 1932 della tecnologia Schwingmetall consistente nell’unione della gomma con il metallo.

costruzione-di-contidrom

Costruzione di ContiDrom

Continental già allora dominava sul mercato tedesco. Ha terminato la collaborazione con l’azienda Goodrich, ha acquistato cinque aziende minori operanti nel settore della gomma e a breve si è legata all’Opel. Subito prima della seconda guerra mondiale, Continental ha annunziato solennemente la costruzione della nuova fabbrica a Stocken nei pressi di Hannover. Come si è rivelato più tardi, durante gli anni successivi ha fornito l’esercito tedesco in materiali in gomma ed i programmi produttivi sono stati quasi interamente assoggettati agli scopi militari. Quest’ottica è cambiata dopo il 1945, ma la ristrutturazione dell’azienda nel periodo dopo la guerra, negli stabilimenti di Hannover-Vahrenwald e di Korbach distrutti dalle bombe, era una grande impresa. I dirigenti di Continental dovevano nuovamente servirsi dell’aiuto degli Americani. Già nel giugno del 1945 hanno ottenuto il consenso a riavviare la produzione e la situazione nell'azienda ha cominciato a tornare alla norma. Il repentino sviluppo dell’industria automobilistica nel mondo ha notevolmente aiutato l’azienda.

Espansione in galoppo

tidrom-zimerman-2004-test

Test degli pneumatici Continental

Negli anni 1950-1965 Continental forniva gli pneumatici alla leggendaria Volkswagen Maggiolino. Nel 1952 l’azienda ha presentato i suoi primi pneumatici invernali, in seguito testati in condizioni estreme sul passo alpino di San Gottardo. Due anni dopo c’è stata la prima degli pneumatici senza camera d’aria, nel 1960 invece è stata avviata la produzione seriale degli pneumatici a struttura radiale. L’espansione internazionale dell’azienda proseguiva di pari passo con le innovazioni tecniche. Nel 1964 l’azienda ha aperto una fabbrica in Francia, invece nel 1967 è stata creata la famosa pista Contidrom, sulla quale erano testate le più nuove invenzioni dei costruttori di Continental.

pneumatici-continental

Gomme Continental - conservazione

Nel 1979 l’azienda ha risposto agli stimoli della concorrenza estera sempre più forte e acquista il marchio americano Uniroyal Inc. e cinque sue fabbriche europee. Sei anni dopo sono diventati proprietà di Continental gli stabilimenti dell’azienda austriaca Semperit e subito dopo la multinazionale americana General Tire Inc., le aziende scandinave: Gislaved e Viking e l’azienda ceca Barum. Un evento importante era la separazione nella struttura della multinazionale del reparto ContiTech che si occupava esclusivamente di produzione di pezzi industriali. Nel 1996 Continental ha festeggiato il 125 anniversario come uno dei maggiori produttori sul mercato, controllando la sua parte che conta oltre il 9%. Seguendo lo spirito del tempo, nel 1998 ha acquistato una parte dell’azienda americana ITT Industries che si occupava di costruzione di telai e freni. Inoltre apre successive filiali in Argentina, Messico, Repubblica del Sudafrica, Slovacchia, Romania e Malesia, dove fonda la maggiore società presente su quel territorio – Continental Sime Tyre, inoltre investe nei sistemi di sicurezza elettronici. Nel 2001 acquista il pacchetto di maggioranza dell’azienda Temic, appartenente alla multinazionale DaimlerChrysler, in modo da rispondere in modo più competente alle esigenze di stabilizzazione della pista da corsa (fino al 2007 ha fornito ai produttori dei veicoli circa 9 milioni di sistemi di sicurezza ESP). Diventa anche proprietario del pacchetto di maggioranza della fabbrica di pneumatici di Mosca, due anni dopo annuncia il suo ritorno sull’indice DAX, il gruppo elitario di trenta società tedesche quotate in borsa.

Continental nel Guiness dei Primati

continental-sport

Nel 2003 gli ingegneri tedeschi insieme ai costruttori di Bridgestone e di Yokohama hanno sviluppato il sistema Run-Flat, che comprendeva le soluzioni che permettevano di continuare la corsa in macchina in caso di perforazione della gomma o perdita di pressione. Nel 2004 Continental acquista la società Phoenix AG, dando origine alla maggiore multinazionale al. mondo operante nell’industria delle gomme e dei materiali plastici. Qualche tempo dopo investe nell’elettronica automobilistica – acquista i reparti di Motorola e di Siemens VDO Automotive.

Un’impresa senza precedenti era l’avvio della produzione degli pneumatici Conti SoprtContact 2 Vmax, i primi pneumatici da strada che consentivano la corsa alla velocità fino a 360 km/h, ma anche del modello invernale ContiWinterContact TS 810 Sport con indice di velocità W, che consentiva di sviluppare una velocità fino a 270 km/h. L’efficienza delle invenzioni dell’azienda tedesca è stata confermata dai test. Nel 2005 la Porsche GT3 dotata di Vmax ha raggiunto la velocità di 388 km/h, invece tre anni dopo – la Porsche 911 GT 9 ha superato questo risultato nella città italiana di Nardo. Il contatore di chilometri indicava 409 km/h! Gli pneumatici ContiSportContact Vmax sono stati inseriti nel Guiness dei Primati come gli pneumatici più veloci da strada prodotti in modo seriale.
Alla luce di questi fatti è difficile giudicare come si sarebbe svolto il destino di Continental, se fino ad ora avesse ancora prodotto calzature. Forse Usain Bolt avrebbe vinto il record del mondo con le scarpe Conti?

Vi invitiamo a leggere i nostri articoli interessanti sulle gomme e sui altri temi che riguardano l'uso e la manutenzione delle ruote: articoli sulle gomme
Per vedere il nostro negozio online con gli pneumatici e i cerchi potete andare sul sito www.oponeo.it
Per ordinare le gomme o chiedere il consiglio dei nostri specialisti potete chiamare il nostro numero 0662296939 ( il costo della chiamata nazionale ).
Ti piace l'articolo?
Dacci un voto.

Grazie
Aggiungi un commento
(Attenzione: I commenti nel forum sono stati moderati.)

  1. Consegna gratuita
  2. Acquisto sicuro
  3. Disponibilità
    garantita
  4. Prodotti originali
  5. Autofficine
    convenzionate